14 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Aprile 2021 alle 15:33:27

Cronaca

Sos credito: le imprese lanciano l’allarme

TARANTO – Un 2012 che, nelle parole del presidente di Confcommercio, presenterà molte difficoltà e che si è aperto con indicatori già di segno negativo. Come quello sui saldi: ad una settimana dalla partenza si parla già di un trend che oscilla tra il -15 e il -30% rispetto all’anno scorso. Confcommercio, insieme al suo “braccio operativo”, la società di garanzia tra commercianti, lancia l’allarme liquidità: “le imprese locali vivono un momento di estrema difficoltà” ha spiegato il presidente Leonardo Giangrande. Al suo fianco, in conferenza, il presidente della società di garanzia commercianti, Giuseppe Sebastio, e il direttore dell’unione regionale, Giuseppe Chiarelli.

I quarant’anni della società di garanzia ionica che, nata nel 1971 con 59 soci, oggi ne può contare 4.200 sono l’occasione per fare il punto sul credito. “Le imprese sono in crisi di liquidità” ha detto Giangrande “alla difficoltà di acceso al credito si aggiunge la crisi”. Punti di riferimento sono le banche locali: “Rispetto agli istituti nazionali, le banche locali stanno dimostrando maggiore disponibilità”. Quindi la Regione alla quale si chiede “il rifinanziamento del fondo di garanzia pubblico”. E l’appello a tutte le istituzioni a serrare le fila e a rendersi conto che le imprese sono a rischio sopravvivenza. Sin dai primi giorni del nuovo anno è stato avviato un giro di incontri con i vertici delle banche locali, i dirigenti di Confcommercio e della società di garanzia hanno avviato un confronto con i rappresentanti del sistema del credito locale con l’obiettivo di rafforzare l’intesa con le banche del territorio. Alla camera di commercio è infine rivolto l’appello a farsi promotore di un tavolo interistituzionale (tra enti locali, banche e associazioni di categoria) dedicato all’”emergenza credito” e finalizzato a individuare modalità di intervento a sostengo dell’economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche