Cronaca

Sos Borgo, “Serve uno stop al degrado”

Pericolo criminalità, posti auto che scarseggiano sempre più, abusivismo e rifiuti: cosa si aspetta a intervenire?


“Un coordinamento tra forze dell’ordine e vigili urbani per arginare la deriva del Borgo? Finora solo parole. I fatti ci dicono che al Borgo regna l’anarchia, comandano vu’ cumprà, mendicanti e molestatori, i posti auto scarseggiano sempre più, aumentano i gazebo (che sottraggono altri posti auto), e i biliardi e biliardini, spesso covi illegali (senza voler criminalizzare nessuno, perchè c’è chi agisce in piena regola) e i rifiuti spesso sommergono gli angoli, anche perchè c’è chi butta di tutto e di più senza che nessuno intervenga”.

La lettera di un cittadino, Daniele Abruzzese, fotografa un po’ la situazione al Borgo di Taranto, teatro, peraltro, di gravi episodi di violenza, ultimo dei quali quello relativo all’accoltellamento avvenuto in via Minniti angolo via Mazzini.

E così, quello che fino a non molti anni fa era stato rilanciato come il salotto buono della città (salvo ad accusare gli amministratori dell’epoca di pensare solo al centro cittadino!), adesso si è trasformato in una sorta di incubo.

Numerosi altri lettori di Buonasera Taranto, anche attraverso facebook (a proposito: le vostre segnalazioni non resteranno inascoltate, inviate pure commenti e proposte), rimarcano le condizioni di degrado del Borgo.

Giovanni Pastore, pensionato, fa notare come, su via Pitagora, di sera, con la scarsa illuminazione, ci si imbatte nelle cacche dei cani. E non solo. La sua proposta. “Perchè non illuminare a giorno la strada, in particolare l’area adiacente la Villa Peripato, specie ora che, finito il maltempo, comincerà la stagione primaverile? Far rivivere la città, di sera, dovrebbe essere uno degli obiettivi dell’amministrazione comunale. O no?”.

In effetti, quella dell’illuminazione è un’altra delle piaghe da risolvere. Come pure andrebbero sostituiti, vedi via D’Aquino, lampioni ora spenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche