17 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 19:50:29

Cronaca

“Una Commissione d’inchiesta sul Palazzo degli Uffici”

Chiesta anche la sospensione del dirigente Moccia


“Commissione d’inchiesta su Palazzo degli Uffici”. La proposta, avanzata questa mattina dall’opposizione, è stata portata all’attenzione della commissione Garanzia e Controllo. L’iniziativa, promossa dal consigliere del movimento Condemi, Aldo Renna, arriva dopo la delibera con la quale la giunta comunale ha approvato la rescissione del contratto con il consorzio Aedars (nei mesi scorsi raggiunto da un provvedimento di interdizione dagli appalti pubblici per sospetto di infiltrazioni mafiose) e dopo il blitz della Dia negli uffici della direzione Lavori Pubblici.

La proposta di Renna è stata sostenuta e votata anche dagli altri consiglieri d’opposizione: Francesco Venere, Giovanni Ungaro, Cosimo Ciraci e dal presidente della commissione Garanzia e Controllo Giampaolo Vietri. I consiglieri di maggioranza, invece, hanno preferito lasciare l’aula al momento della votazione. Il numero legale ha comunque permesso l’approvazione della proposta con cinque voti favorevoli.

“Ora sarà il Consiglio comunale ad esprimersi sull’argomento – spiega Aldo Renna – sono proprio curioso di vedere come andrà a finire, visto che oggi la maggioranza ha preferito astenersi, abbandonando l’aula, per evitare di esporsi apertamente contro la commissione d’inchiesta”. Dopo la votazione, nei corridoi di Palazzo Latagliata, scontro verbale con accuse incrociate tra i consiglieri di maggioranza e opposizione.

Ma in mattinata, sempre nel corso dei lavori della commissione Garanzia e Controllo, i consiglieri Renna e Venere hanno proposto anche la sospensione del dirigente ai Lavori Pubblici, Aniello Moccia (nella foto), da tutti gli incarichi. “Oltre ad essere dirigente del settore che si è occupato della vicenda riguardante Palazzo degli Uffici – osserva Renna – Moccia è stato anche direttore dei lavori, quindi dovrebbe essere sospeso dall’incarico”. La votazione relativa al provvedimento, però, è stata rinviata alla prossima seduta della commissione Garanzia e Controllo.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche