18 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Giugno 2021 alle 18:23:13

Cronaca

“Salviamo la nostra storia”, un Consiglio monotematico

I gruppi di maggioranza appoggiano la proposta lanciata dagli Sds


Un Consiglio comunale monotematico sulla Città vecchia. La proposta, promossa dai consiglieri comunale di Sds, Alfredo Spalluto e Davide Nistri, è stata condivisa dai gruppi di maggioranza.

“Vista la complessa situazione in cui versa la città vecchia – si legge nella richiesta inoltrata al presidente del Consiglio comunale, Piero Bitetti – si chiede la convocazione urgente di un Consiglio monotematico per discutere e individuare apposite linee di indirizzo in merito. Partendo dal presupposto che il borgo antico rappresenta un gioiello architettonico e culturale di inestimabile bellezza, può essere il volano per far ripartire l’economia locale. Considerando che non vi può essere riqualificazione urbana senza una riqualificazione della vita di tutti i giorni”.

Ovviamente, la richiesta arriva dopo l’ennesimo crollo che si è registrato ieri pomeriggio nel centro storico. A cadere sotto i colpi della pioggia, caduta con insistenza negli ultimi giorni, un solaio di un palazzo disabitato di via Garibaldi. Sempre in quella zona, qualche giorno fa, è crollato un palazzo diroccato di via Fanuzzi.

“A fronte dei crolli che si verificano in Città vecchia e delle zone da ripopolare – scrivono i consiglieri di maggioranza – vi sono segnali di ripresa costituiti da attività universitarie e giovanili, oltre uffici e locali pubblici. Ma ciò non basta assolutamente e preoccupano anche per ragioni di sicurezza, le condizioni di tanti stabili abbandonati esposti al logorio del tempo e delle intemperie”.

Come detto, la proposta di Alfredo Spalluto e Davide Nistri è stata condivisa dai capigruppo di maggioranza: Gianni Azzaro (Pd); Cosimo Gigante (Costruire Politica); Filippo Illiano (Realtà Italia); Francesco Di Giovanni (Sel); Ernesto D’Eri (Idv); Gina Lupo (Centro democratico); Paolo Ciocia (Api); Salvatore Brisci (Udc).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche