21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 19:30:12

Cronaca

Armi in pugno tentano una rapina in tabaccheria, un arresto

Tempestivo intervento dei carabinieri allertati da un passante. Caccia aperta al complice


Armati di pistola e con il volto coperto da passamontagna, due persone, uno dei quali ancora ricercato dai Carabinieri, hanno tentato di mettere a segno una rapina nella Rivendita di Tabacchi in via Sciabelle 2 a Talsano.

I militari della Stazione Carabinieri di Talsano hanno arrestato il 25enne Francesco Desantis e sono sulle tracce del complice.

Alle 12:30 un cittadino ha segnalato ad alcuni carabinieri impegnati in servizio di pattuglia, che era in corso una rapina nella Rivendita di Tabacchi a pochi metri di distanza. Due malfattori, armati di pistola, si erano appena introdotti all’interno dell’esercizio commerciale.

Era l’ora di punta. C'erano almeno dieci persone in fila per le sigarette. Puntata la pistola contro la giovane sorella del titolare, si sono fatti consegnare l’intero incasso: circa duemila euro.

Poi hanno tentato la fuga a bordo di una vecchia Lancia Y10 rubata la scorsa notte. Allertata la Centrale Operativa del Comando Provinciale di Taranto, che ha inviato immediatamente le “gazzelle” di servizio, i militari, con una manovra repentina, che ha consentito loro di non essere visti, hanno raggiunto l’ingresso della Rivendita. Proprio da quella porta in quel frangente stavano uscendo i rapinatori.

Uno dei due, armato di pistola, alla vista dei Carabinieri, per guadagnarsi la fuga, ha puntato l’arma contro di loro. I militari, forti dell’esperienza maturata, per non creare problemi ai clienti presenti sul posto, hanno evitato la sparatoria.

L’uomo, abbandonata la refurtiva, è riuscito a darsi alla fuga. L’altro, invece, è stato subito bloccato ed ammanettato.

Le indagini, tuttora in corso, ora puntano all’identificazione e cattura del fuggitivo.

Dopo le formalità di rito, Francesco De Santis, che era peraltro sottoposto agli arresti domiciliari, è stato portato presso la Casa Circondariale di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche