Cronaca

Bollette del gas addebitate due volte, insorge l’Adiconsum

L'associazione dei consumatori di Taranto-Brindisi ha denunciato il doppio prelievo dai conti correnti


«Quello che Poste Italiane ha derubricato come “errato addebito” operando, nei giorni scorsi, la doppia fatturazione nei conti correnti postali di somme dovute per le bollette del gas, ha gettato nel panico e nello sconforto migliaia di consumatori, famiglie e pensionati in particolare. L’Adiconsum Taranto-Brindisi è immediatamente intervenuta, allertando la propria struttura nazionale, la stessa Poste Italiane e la Direzione nazionale Enel, perché si risolvesse immediatamente l’increscioso errore».

E' quanto viene denunciato in una nota a firma dell'associazione dei consumatori di Taranto e Brindisi che precisa: «“Il disguido risulta riferibile ad un problema tecnico di Enel che ha erroneamente eseguito il doppio addebito relativo alle domiciliazioni del mese di febbraio”, si è giustificata Poste Italiane assicurando che “è già in corso lo storno delle somme indebite in questione, per il ripristino della corretta contabilità dei conti correnti della clientela interessata”. Dal canto suo l’Enel ha fatto sapere che “a seguito della fase di avvio della nuova normativa europea Sepa sui sistemi di pagamento, si è generato erroneamente un doppio addebito di alcune fatture Enel Energia domiciliate sul conto corrente Banco Posta con scadenza 3 febbraio 2014”».

Antonio Bosco, presidente Adiconsum Taranto-Brindisi ha definito quanto accaduto «increscioso benché adesso non sia necessaria alcuna richiesta da parte dei consumatori coinvolti ai quali, a breve, saranno rimborsate automaticamente sui rispettivi conti correnti le somme non dovute» ma ha anche auspicato «che tal genere di errori non si ripetano, soprattutto per i negativi risvolti psicologici oltreché economici che essi vanno a determinare a danno dei cittadini le cui risorse familiari, specie al Sud, continuano ad essere insufficienti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche