Cronaca

Dopo il blitz al mercato, l’Ascom: fermiamo gli abusivi

Confcommercio plaude all’operazione di constrasto all’abusivismo


“Non è più tempo di stare a guardare”. Ad intervenire sul blitz dei giorni scorsi al mercato di via Lucania è Confcommercio che plaude all’operazione di constrasto all’abusivismo.

“Per combattere il germe dell’abusivismo nel settore del commercio, occorre distinguere tra chi le tasse le dichiara e semmai con grande fatica le paga  – assumendosene le conseguenze negative, quando a causa della crisi non può assolvere agli impegni – e chi invece deliberatamente opera nell’illegalità. Una piaga – sottolineano dall’associazione – rappresentata da attività, che non si possono definire imprese del commercio, che non battono scontrini di cassa, che vendono merce contraffatta, che non rilasciano fattura, che occupano abusivamente spazi pubblici, che non pagano le tasse, e che addirittura  non dichiarano redditi, insomma che adottano la regola dell’evasione”.

La battaglia dei commercianti (quelli in regola) contro i furbetti non nasce oggi. “L’abusivismo è una vera e propria patologia che colpisce due volte: le imprese, poiché rappresenta una forma di concorrenza difficile da controbattere se non scendendo sullo stesso piano; la società, poiché rappresenta un furto agli enti preposti alla erogazione di funzioni e servizi al cittadino”.

E’ questa la ragione per la quale Confcommercio Taranto sente di dover pubblicamente esprimere “un plauso per le operazioni delle ultime ore delle Forze dell’ordine (la truffa delle griffe contraffate e l’intervento al mercato Lucania di Taranto)”.

“Operazioni di diversa portata, ma entrambe importanti, a prescindere dai reati contestati e dal valore della merce sequestrata, poiché rappresentano la affermazione dei valori della legalità e dell’impegno delle istituzioni per la tutela dell’economia sana”.

Azioni che nell’uno e nell’altro caso “risarciscono moralmente il sacrificio quotidiano di quei commercianti che ogni giorno lottano per sopravvivere al costo del credito, al prelievo fiscale, alle bollette, ai ritardati pagamenti”. E’ per questi commercianti che hanno scelto di stare nella legalità che l’associazione auspica che le forze dell’ordine vogliano continuare a condurre operazioni congiunte  (come nel blitz a piazza Lucania) “per rimettere ordine nel caos dell’abusivismo dei mercati settimanali e dei mercatini vari del capoluogo e della provincia, per tenere lontano dalle strade del commercio merci taroccate e  venditori improvvisati, per impedire la proliferazione di un mercato illegale  parallelo della somministrazione e del posto letto”.

“Non è più tempo di stare a guardare, c’è bisogno assoluto di legalità” il motto che lancia l’associazione dei commercianti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche