27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 16:59:00

Cronaca

Puzza dal depuratore Gennarini, Regione sott’accusa

Odori nauseabondi traTaranto Due e Talsano-San Vito Lama: il consigliere Giuseppe Cristella chiama in causa assessore e Aqp


“Convocare in audizione Giannini e Aqp su depuratore Gennarini”.

Questa la richiesta che giunge dal consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Cristella, che rimette al centro del dibattito le problematiche che da anni affliggono i residenti delle zone di Taranto Due e Talsano.

Gli odori nauseabondi, che costringono i tarantini che vivono in quella zona periferica della città a chiudersi in casa, sono oggetto dell’ennesima denuncia inoltrata dal consigliere che ora pretende risposte immediate dall’assessore regionale e dall’Aqp.

“Ho invitato formalmente il presidente della V Commissione consiliare permanente, Donato Pentassuglia, a convocare in audizione l’assessore Giannini e i rappresentanti dell’Acquedotto Pugliese, al fine di conoscere l’attuale stato dell’arte del depuratore Gennarini di Taranto, con riferimento ai lavori per il suo ammodernamento funzionamento e agli interventi strutturali necessari alla rifunzionalizzazione della condotta sottomarina a servizio dell’impianto di depurazione la cui rottura, prodottasi a 1,2 chilometri dall’inizio del tracciato, non è stata ancora riparata. Chiederò – aggiunge il consigliere regionale Giuseppe Cristella – di conoscere altresì lo stato di attuazione del piano industriale per la depurazione delle acque pugliesi, nonché le misure che si intendono adottare al fine di eliminare i problemi legati all’impianto di sollevamento del depuratore e quelle che si intendono attivare per eliminare i problemi legati all’intera condotta interrata che si estende per quattro chilometri dall’impianto di depurazione sino allo scarico a mare. Tanto, al fine di individuare l’eventuale esistenza di ostacoli burocratici e finanziari che impediscono una reale soluzione ai gravi problemi generati dal cattivo funzionamento del depuratore che continua a procurare innumerevoli disagi anche di carattere sanitario agli abitanti di Taranto 2 e delle frazioni di Lama-S.Vito-Talsano”.

I residenti della periferia tarantina non possono che continuare a sperare che l’offensiva del consigliere di Forza Italia, Giuseppe Cristella, riesca a risolvere una volta per tutte l’atavico problema degli odori nauseabondi che provengono dal depuratore Gennarini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche