20 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2021 alle 22:59:00

Cronaca

Furto con spaccata in banca. Recuperati 140mila euro

Movimentato inseguimento nella notte dopo il colpo messo a segno dalla banda dell’Audi nel centro di Palagiano


PALAGIANO – Furto con spaccata in banca: i carabinieri inseguono la banda dell’Audi e riescono a recuperare il bottino di ben 140mila euro.

Poco prima delle 3.30 della scorsa notte è giunta al 112 una telefonata che segnalava  un furto in atto al Banco di Napoli di via Adua, a Palagiano. L’anonimo interlocutore ha riferito che i ladri con una ruspa stavano scardinando la cassa bancomat. Immediatamente è stato attivato il piano antirapina. Sono state allertate le centrali operative di Castellaneta, Martina Franca, Manduria, Pisticci, Gioia del Colle e Altamura.

Nei primi minuti successivi alla segnalazione gli operatori del 112 di Taranto sono riusciti a individuare la via di fuga dai malviventi che erano a bordo di Audi A6 di colore nero. I malfattori avevano caricato la cassa bancomat su un autocarro Iveco. Poco dopo le 4, i ladri, intercettati nel territorio di Gioia del Colle, pur di guadagnare la fuga, hanno lanciato chiodi a tre punte sul manto stradale della provinciale 237, che collega Mottola a Noci, mettendo fuori uso gli pneumatici di un’auto di un istituto di vigilanza.

Pochi minuti dopo i malviventi, a bordo dell’autocarro con la cassa bancomat seguito a breve distanza dall’Audi A6, sono stati intercettati da una “gazzella” della Compagnia di Gioia del Colle sulla provinciale 329. Durante l’inseguimento i malfattori hanno lanciato nuovamente sull’asfalto i chiodi a tre punte che questa volta però sono stati prontamente schivati dall’autoradio del Nucleo radiomobile. Ormai braccati i fuggitivi hanno cambiato strategia. L’Audi A6, infatti dopo aver sorpassato il camion si è dileguata a forte velocità. Il conducente  del mezzo pesante, invece, ha arrestato la marcia e si è dileguato nelle campagne circostanti.

Sul cassone coperto da un telone i carabinieri hanno rinvenuto la cassa bancomat che era stata rubata a Palagiano. Successivi accertamenti hanno permesso di accertare che la ruspa utilizzata per scardinare il forziere e che era stata abbandonata davanti all’istituto di credito, e l’autocarro utilizzato per il trasporto erano stati rubati poco prima in un cantiere edile di Palagianello, in località “Parco Casale”, nei pressi della stazione ferroviaria. La cassaforte bancomat, integra ed ancora piena del danaro caricato, 140mila euro,  è stata restituita all’istituto di credito. La ruspa e l’autocarro saranno sottoposti ad accertamenti di polizia scientifica allo scopo di rilevare tracce utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche