Cronaca

Aperture non stop. Martedì vertice al Comune


TARANTO – Un’altra domenica di rodaggio. In attesa dell’incontro convocato per martedì dal Comune. Domani lo shopping sarà garantito dalla grande distribuzione, con Auchan e Ipercoop aperti. In centro ci sarà qualche saracinesca alzata in più rispetto allo scorso finesettimana quando già, alla prima “prova”, tra via Di Palma e via D’Aquino si sono potuti contare una decina di negozi che hanno optato per l’apertura straordinaria. Tra i più pronti a mettere in pratica la liberalizzazione i franchising e gli store. E in via D’Aquino sono già comparsi avvisi che annunciano: aperti tutte le domeniche. Discorso diverso per le vie meno centrali e per i quartieri distanti dal Borgo.

“In via Cesare Battisti non credo che ci sarà qualcuno che aprirà domani” commenta il presidente della delegazione Tre Carrare Solito dell’Ascom, Lelio Fanelli. Il quartiere si interrogherà sulla questione la prossima settimana, probabilmente giovedì sarà convocata l’assemblea tra i commercianti. L’idea che sembra prendere sempre più piede è quella di un’organizzazione per zona. “Anche per questo al tavolo di martedì” dice Fanelli “spingeremo affinché anche a livello locale siano riconosciuti i distretti urbani del commercio”. Del resto, ogni quartiere ha esigenze diverse. “In centro ci sarà qualche negozio in più che aprirà domani” conferma il presidente della delegazione Ascom Cosimo Gigante. Il tema delle liberalizzazioni è stato al centro all’inizio di questa settimana dell’assemblea delle delegazione Borgo: i commercianti si sono mostrati divisi, tra chi è interessato a più aperture straordinarie e chi resta legato ad una visione più tradizionale del commercio. Il risultato è che i negozi apriranno a macchia di leopardo, con gli avvisi in vetrina a fare da bussola per orientare i consumatori. Martedì l’incontro convocato dal Comune avrà per tema ancora la liberalizzazione del commercio. La scorsa settimana ci si era lasciati infatti con un grosso punto interrogativo sui servizi: parcheggi, trasporto pubblico e vigilanza. Alla riunione di martedì è stata invitata -per la prima volta – anche l’Amat. Il che fa pensare che si stabilirà un’organizzazione proprio sui servizi. Intanto domani, spiega Mimmo Russo, dell’Amat, i parcheggi non si pagano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche