26 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Gennaio 2021 alle 15:19:23

Cronaca

I ladri tornano… a scuola

Saccheggiato il cantiere per i lavori necessari a rendere agibile il plesso scolastico. Rubati attrezzi e materiale elettrico


TARANTO – Nonostante ieri sera il quartiere Paolo VI brulicasse di pattuglie di polizia e carabinieri, a seguito dell’agguato a colpi di pistola costato la vita ad un uomo, i ladri hanno comunque deciso di entrare in azione, saccheggiando il materiale pronto ad essere utilizzato per rendere agibile la scuola Falcone. Proprio ieri, dalle colonne di Buonasera Taranto, abbiamo annunciato gli interventi messi in campo dall’Amministrazione comunale sul plesso, chiuso ad ottobre a causa delle infiltrazioni d’acqua. Il Comune, complessivamente, ha messo a disposizione 70mila euro per far tornare tra i banchi i 500 bambini della scuola primaria e dell’infanzia che rimasero fuori dai cancelli quando, ad un mese dall’inizio dell’anno scolastico, è stato comunicato lo stop alle lezioni a seguito del sopralluogo dei vigili del fuoco.
Rubata l’intera attrezzatura di cantiere. Sparito anche il materiale elettrico. A quanto pare, i ladri non sono riusciti a portare via la guaina, necessaria a rivestire il terrazzo dell’edificio.
Un paio di giorni fa sul posto, per il sopralluogo coincidente con l’avvio degli interventi, c’era l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune.  “Si tratta di un’ala dell’edificio che fu chiusa a suo tempo per infiltrazioni – ricorda Lucio Lonoce. Abbiamo trovato i soldi e invitato le famiglie a palazzo di città per la firma della delibera da 70mila euro. La ditta vincitrice della manifestazione di interesse procederà alla impermeabilizzazione del terrazzo, al rifacimento degli impianti elettrici danneggiati e all’installazione di porte antipanico. Tempo permettendo, ci vorranno 45 giorni”.
Stamattina, però, l’amara scoperta: “E’ uno scandalo. Queste persone non si accorgono che rubando materiale dal cantiere della scuola tolgono servizi alla comunità e, in questo caso, ai loro figli?”. Comprensibile il rammarico dell’assessore Lonoce. Non è la prima volta che i ladri saccheggiano un cantiere. Un mese fa, al rione Tamburi, i ladri hanno rubato 100 metri quadrati di piastrelle che dovevano essere utilizzate per il rivestimento dei marciapiedi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche