19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Cronaca

“Mare nero”. Il silenzio degli ambientalisti

TARANTO – Una chiazza, lunga quasi 100 metri, nelle acque prospicienti Punta Rondiella. Ci sarebbero tutti gli estremi per parlare di disastro ambientale. Ma come mai il mondo ambientalista non ha ancora lanciato il suo personale grido di dolore? Difficile da capire. L’ambientalismo tarantino, sempre attento alle emissioni inquinanti, ai campionamenti in continuo ed alle rilevazioni (più o meno attendibili), questa volta non ha battuto ciglio. Eppure, quanto accaduto nei giorni scorsi ha dell’incredibile. Una chiazza nera ha fatto capolino proprio nelle adiacenze di uno scarico di acque di raffreddamento degli impianti Eni.

Secondo Maria Spartera, direttore del dipartimento territoriale dell’Arpa di Taranto “si tratta di idrocarburi che probabilmente arrivano dalla Raffineria Eni”. Gli operatori dell’Ecotaras, una ditta che si occupa delle bonifiche in mare, hanno dovuto faticare non poco per mettere in sicurezza quella parte di Mar Grande. I tecnici dell’Arpa hanno effettuato alcuni campionamenti per accertare, in via definitiva, le responsabilità dello sversamento inquinante. Al di là delle responsabilità però, ciò che sembra alquanto strano, è il silenzio assordante degli ambientalisti. Nessuna marcia (con bambini al seguito) è stata organizzata per protestare contro l’inquinamento in mare. Nessun comunicato è stato inviato ai mezzi d’informazione per richiamare l’attenzione sullo sversamento inquinante. Come mai? Forse perché fa più presa sollevare un coro di proteste contro l’Ilva? Addirittura gli ambientalisti sono scesi in campo per protestare contro i dati resi noti dal direttore dell’Arpa Assennato. Dati dai quali si evince l’abbattimento (entro la legge regionale) delle emissioni di diossine del camino E312. Alzare la voce su queste tematiche va sempre bene, purché non si adotti la logica del doppiopesismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche