Cronaca

La nuova visura camerale: facile, veloce e più sicura

Andrà incontro alle esigenze di imprese, cittadini, professionisti, amministrazioni


Più facile, più veloce, più sicura. La nuova visura camerale va incontro alle esigenze di imprese, cittadini, professionisti, amministrazioni. Da oggi, infatti, nuova veste grafica e riorganizzazione dei contenuti garantiscono informazioni più chiare, complete, accessibili e garantite al Registro Imprese della Camera di commercio.

Autentica novità è costituita dall’introduzione del QR Code, il codice identificativo dei documenti ufficiali della Camera di commercio, grazie al quale chiunque può verificare la corrispondenza tra il documento in suo possesso e quello archiviato dal Registro Imprese al momento dell’estrazione. La lettura del QR Code avviene tramite l’app “RI QR Code” realizzata da InfoCamere e scaricabile gratuitamente dai principali store o dal portale delle Camere di Commercio registroimprese.it.

Le informazioni diventano più accessibili e garantite, grazie al QR Code che consente, tra l’altro, ovunque e in qualsiasi momento di recuperare il documento originale direttamente da smartphone e tablet e di confrontarlo con quello in proprio possesso.

Una sorta di “filigrana elettronica” ad ulteriore garanzia dell’utente. Un’innovazione utile non solo alle pubbliche amministrazioni ed ai professionisti ma soprattutto nello scambio di informazioni tra aziende e privati prima di operazioni commerciali, transazioni, costituzione di nuove società. Un’innovazione che accorcia le distanze tra pubblica amministrazione e utenti nel solco della filosofia che ha sempre contraddistinto il Registro Imprese, strumento di trasparenza economica che grazie alle novità odierne diventa ancora più efficiente e sicuro.

“Rendere i contenuti della visura camerale più chiari, completi e facilmente fruibili – afferma Valerio Zappalà, direttore generale di InfoCamere – è il nostro contributo ad aumentare la diffusione del patrimonio informativo delle Camere di Commercio verso le imprese e i cittadini”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche