Cronaca

I Marò attaccano: no all’uso della polizia antiterrorismo

Nuovo capitolo della vicenda che vede coinvolto un militare tarantino in India


Nuova puntata della lunga telenovela che vede coinvolti due Marò pugliesi in India in attesa di processo da oltre due anni.

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone hanno presentato alla Corte Suprema indiana una istanza in cui si oppongono all'utilizzazione della polizia antiterrorismo Nia per le indagini sul loro caso.

Lo ha appreso l'Ansa da fonti giudiziarie a New Delhi. La presentazione, ha precisato una fonte, è avvenuta ieri. Nel documento, di una cinquantina di pagine, si sostiene che per la sua stessa natura di polizia antiterrorismo, la Nia non può agire senza la presenza di leggi speciali.

Proseguono, intanto, gli sforzi della diplomazia italiana per tentare di riportare in patria i due militari pugliesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche