Cronaca

Settimana della Fede: si parte

Fino a venerdì sera incontri e seminari nella Concattedrale. L’arcivescovo Filippo Santoro chiama a raccolta tutti i tarantini


TARANTO – “Il tempo di Quaresima, cammino verso la Pasqua di Resurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo, è ormai alle porte. La nostra comunità si prepara a vivere la prima delle tre arcate di questo Anno Pastorale”.
L’Arcivescovo di Taranto, mons. Filippo Santoro, ha aperto la “XLIII Settimana della Fede” dal titolo “Il Vangelo della gioia: la testimonianza della Carità”, che si terrà da oggi e fino al 14 marzo nella Concattedrale. Per consentire a tutti la partecipazione, la celebrazione della Santa Messa in Parrocchia sarà anticipata alle 17.30. Ecco il programma dell’evento.
Stasera – ore 18.30 – Giovanni Paolo II e l’annuncio del Vangelo al mondo “Spalancate le porte a Cristo” – Alberto Michelini.
Domani – ore 18.30 – “Chiamati a custodire la vita” – S.E. Mons. Angelo Spinillo Vescovo di Aversa – Don Maurizio Patriciello.
Mercoledì 12 Marzo – ore 18.30. “La gioia della carità”  – S. Em. Card. Gualtiero Bassetti Arcivescovo di Perugia.
Giovedì 13 Marzo – ore 18.30 – “La carità e la missione nelle periferie” – Chiara Amirante Comunità Nuovi Orizzonti.
Venerdì 14 Marzo – ore 18.30. Testimonianze sulla carità: Caritas Diocesana, Banco Alimentare, Casa San Damiano, Casa di riposo San Paolo, Cittadella della Carità.
Concelebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons. Filippo Santoro Arcivescovo Metropolita di Taranto. In una lettera, l’Arcivescovo di Taranto, mons. Filippo Santoro, ha spiegato il significato che riveste la Settimana della Fede per la comunità jonica. “E’ un avvenimento di grazia, decisivo in questo Anno del Signore, per condividere esperienze concrete di annuncio della gioia del Vangelo e di testimonianza operoso della carità, seguendo il grande invito che il Santo Padre quotidianamente ci rivolge”. Di qui l’appello a partecipare all’iniziativa. “Vi invito, sacerdoti, religiosi e laici, a coinvolgere calorosamente in questo evento ecclesiale le parrocchie, le confraternite, le associazioni, i movimenti per raggiungere tutte le nostre comunità cittadine. Ci sono manifesti, volantini e locandine, con il programma dettagliato degli incontri, da poter affiggere e distribuire non solo nelle parrocchie ma anche e soprattutto nelle attività commerciali e spazi pubblici di notevole importanza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche