15 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Gennaio 2021 alle 15:22:45

Cronaca

Stanno saccheggiando gli impianti

Carriero: “Si sono portati via 60 boe, costano 20mila euro. Non ce la facciamo più”


TARANTO – Quando si dice piove sul bagnato. A denunciare l’ennesima batosta sono i mitilicoltori, già protagonisti dell’esilio forzato dal primo seno di mar Piccolo per la brutta storia delle cozze al ‘veleno’. Un capitolo che si sta tentando di chiudere definitivamente, tra mille difficoltà. L’ultima è quella dei ladri che pare stiano approfittando della situazione.
“Stanotte abbiamo subìto l’ennesimo furto di galleggianti negli impianti del primo seno” spiega Luciano Carriero della cooperativa ittica Cielo Azzurro. “Ora che abbiamo spostato le produzioni in mar Grande è una questione di tutti i giorni. Questa volta, almeno per quanto riguarda la mia ditta, si sono portati via 60 boe, cioè sei filari da dieci galleggianti, per un valore di 20mila euro, tanto ci costa comprarle nuove. E ora ci tocca anche ordinarle, passerà del tempo”. E’ scattata la denuncia contro ignoti in questura. “Stanno saccheggiando gli impianti, servono controlli, altrimenti resteremo in balìa di questa gente” si sfoga.
Gli impianti del primo seno, come spiega Carriero, sono per un buon 90% vuoti, nel senso che, proprio a causa dell’inquinamento e in attesa della bonifica, i mitilicoltori possono lasciare lì il seme solo fino al 28 febbraio di ogni anno, per poi spostarlo, prima che arrivi a maturazione e diventi ‘non vendibile’. “Attualmente lì, in mar Piccolo, c’è il seme per l’annata 2015, ma è poca roba, ancora solo un 10% dei galleggianti è pieno, il resto è vuoto. Intanto, proprio per portarsi via i galleggianti, stanno saccheggiando i filari, tagliando il seme, mandandolo sul fondo. E questo ci causa un ulteriore danno”.
Di qui l’appello ad istituire controlli per la ‘culla’ delle cozze tarantine: “la situazione così non è più sostenibile, ci stanno ammazzando”..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche