22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 07:26:25

Cronaca

Dogane, sequestrati 2.500 fucili da pesca e 12 archi e frecce

L'Ufficio Dogane ha rilevato che si tratta di prodotti pericolosi e non conformi alle prescrizioni comunitarie


Migliaia di fucili per la pesca subacquea, ma anche 12mila archi con frecce di fabbricazione cinese risultati pericolosi. E' il bilancio di due distinte operazioni condotte dagli uomini dell'Ufficio Dogane di Taranto.

Nella prima sono stati intercettati e sequestrati circa 2.250 fucili a molla per la pesca subacquea nell'ambito di un'attività finalizzata al contrasto dei traffici illeciti. Il controllo della merce, di origine e provenienza turca, ha consentito di accertare che sulle confezioni e sui singoli pezzi è stampato un marchio italiano regolarmente registrato all'Ufficio 'Brevetti e Marchì, che, però non è accompagnato dalle previste indicazioni di origine.

Il secondo intervento ha consentito di recuperare e sequestrare dodicimila archi con frecce, di fabbricazione cinese, non conformi alle norme sulla sicurezza dei prodotti. La perizia, richiesta all'Istituto Superiore di Sanità (Iss) nell'ambito della Convenzione Giocattolo Sicuro 2013-2014, ha permesso di accertare la presenza nel prodotto di composti chimici in quantità superiore ai limiti consentiti dalla normativa vigente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche