Cronaca

Senza luce e acqua: è sciopero al Pacinotti

Stamattina i ragazzi non sono entrati in classe: da sabato siamo in queste condizioni, in altre città il Sindaco avrebbe chiuso la scuola


“In altre città il Sindaco avrebbe emesso un’ordinanza di chiusura della scuola per mancanza di energia elettrica”. A Taranto, invece, i ragazzi del Pacinotti stamattina sono davanti ai cancelli di via lago di Trasimeno. Hanno proclamato lo sciopero ad oltranza perché da sabato sono senza luce. E, conseguenza del black-out, anche i servizi igienici sono senz’acqua, quindi inagibili.

In pochissimi sono entrati in classe stamattina. All’esterno i compagni con i megafoni a spiegare le motivazioni della decisione. C’è il rappresentante del sindacato studentesco che racconta come da sabato l’istituto sia senza corrente elettrica, come in altre realtà la scuola sarebbe stata chiusa con ordinanza sindacale. Tra le rivendicazioni trovano spazio anche le condizioni igienico-sanitarie precarie dei bagni.

Va a vuoto il tentativo di ricevere spiegazioni dal preside. E i ragazzi non escludono di organizzare per domani un sit-in sotto la sede della Provincia. La rappresentante di istituto vuole evidenziare che gli studenti stanno chiedendo solo quel che spetta, una scuola pulita, senza scarafaggi, dove ci siano acqua e luce. Carenze che ormai si trascinano dalla fine della scorsa settimana e che fino ad oggi, martedì, ancora non sono state risolte. In un istituto come il Pacinotti vuol dire anche rinunciare ai laboratori, come quello di chimica, informatica ed elettronica.

I ragazzi sono intenzionati ad andare avanti “finché qualcuno non ci darà risposte” disposti a cercare un accordo, una soluzione a un problema che penalizza e mobilita una popolazione di 1.200 studenti. Intanto, oggi scioperano per chiedere che la scuola sia chiusa fino al ripristino dei servizi, una richiesta che viene rivolta al sindaco e al dirigente scolastico.

“Ci rammarica constatare che, a tre giorni dall’accaduto, la struttura è ancora senza energia elettrica e, quindi, inagibile, il che causa non pochi disagi, oltre ad intaccare il regolare svolgimento delle lezioni”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche