15 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 17:29:48

Cronaca

Lo Stato si vende all’asta un pezzo di Taranto

C’è anche un bene della Città Vecchia tra i cinque beni dello Stato verso l’alienazione. La scelta è ricaduta sull’ex convento di S. Domenico Monteoliveto


Asta online per la vendita di cinque beni di proprietà dello Stato. C’è anche Taranto, con l’ex Convento S. Domenico Maggiore, lungo la ringhiera di città vecchia.

E’ stato pubblicato ieri, sul sito del Demanio, il primo Bando Unico ad offerta libera per la vendita diretta di cinque beni dello Stato, situati in quattro diverse regioni italiane: il Castello di Gradisca D’Isonzo a Gorizia e un compendio immobiliare situato nel centro di Trieste in Friuli Venezia Giulia, un edificio storico denominato “Casa Nappi” in prossimità del Santuario Mariano di Loreto (Ancona) nelle Marche, l’ex Convento S. Domenico Maggiore Monteoliveto a Taranto in Puglia e l’isola di Poveglia a Venezia, per la quale è prevista la cessione della proprietà per 99 anni.

I cinque beni, la maggior parte dei quali inseriti nel progetto “Valore Paese – Dimore”,  rappresentano,  per la loro localizzazione, dimensioni e possibili destinazioni d’uso culturali e turistiche, interessanti opportunità di investimento, si può leggere sullo stesso sito internet.

Si tratta del primo di quattro bandi di vendite che l’Agenzia del Demanio si propone di realizzare nel corso del 2014 nell’ambito delle dismissioni degli immobili dello Stato. La procedura di gara, ad offerta libera, verrà realizzata interamente in via telematica attraverso la piattaforma “Aste online”, nella quale sarà possibile inserire le offerte entro le ore 16 del 6 maggio 2014. Il giorno successivo, 7 maggio, alle ore 11, presso le Sedi delle Direzioni Regionali dell’Agenzia del Demanio competenti, si aprirà la gara in via telematica e si procederà alla verifica di ammissibilità delle offerte arrivate. In relazione alla migliore offerta pervenuta, l’Agenzia del Demanio si riserverà comunque di valutare, entro 30 giorni, la convenienza economica a contrarre.

Per quanto riguarda il pezzo di città vecchia messo all’asta, ecco cosa si legge nella scheda tecnica del Demanio: “In zona centro storico, con accesso principale da corso Vittorio Emanuele II, si vende l’immobile denominato ‘Ex Convento S. Domenico Maggiore Monteoliveto’, realizzato nella prima metà del 1600, costituito da un fabbricato cielo-terra, in muratura portante e solai voltati, a quattro piani fuori terra e uno interrato, articolato intorno ad un’ampia corte centrale, in pessime condizioni di manutenzione e conservazione, della superficie di circa 3842 mq. Con decreto del 16.12.2013 il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali ha dichiarato l’immobile di interesse storico-artistico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche