22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 16:48:29

Cronaca

Taranto-Gladiator: 3-1. Una doppietta di Molinari trascina i rossoblù in testa alla classifica

Complice l'inattesa sconfitta interna del Matera, il Taranto si gode il primato


Non si può che partire dalla fine: il Taranto in tripudio dopo l'aggancio in vetta alla classifica del Matera. Eroe di giornata Molinari che, partito dalla panchina, ha messo a segno una doppietta che vale oro.

Ma non è stato facile.

L'orecchio nel corso del primo tempo è stato costantemente proiettato a Matera da dove arrivavano notizie della disfatta dei padroni di casa a vantaggio del Francavilla in Sinni che, a questo punto, si metteva a ruota delle primissime. Poi è arrivata la notizia delle vittorie del Marcianise (contro la Puteolana), del Monopoli (contro il Gelbison, prossimo avversario del Taranto) e della Turris (in trasferta contro il Manfredonia). Una girandola di risultati che ha messo una pressione incredibile sulle spalle dei giocatori del Taranto: la vittoria avrebbe spalancato le porte del primato in classifica, mentre un pareggio avrebbe risucchiato i rossoblù nel bel mezzo della mischia.

Una pressione che si è tradotta in una determinazione feroce del Taranto nell'agguantare la vittoria contro il Gladiator, arrivato allo Iacovone con l'intenzione di non fare la vittima sacrificale. Ma alla fine la vittoria è arrivata. Tutto il resto non conta.

Ecco la prima parte della classifica dopo 27 giornate:

Taranto 49
Matera 49
Marcianise 48
Monopoli 47
Francavilla 46
Turris43

Ma torniamo al principio del match.

Il Taranto davanti a quasi 5mila spettatori ha un solo obiettivo in testa: vincere. E così, nonostante Papagni abbia lasciato Molinari in panchina, parte a testa bassa mettendo gli ospiti in serissima difficoltà sin da subito. Al secondo calcio d'angolo consecutivo, al 12' del primo tempo, passa in vantaggio con Miale abile a colpire di testa su spiovente di Mignogna. Un gol che festeggia da terra, perché nel colpire la palla prende di striscio anche la testa di un avversario. Intanto sugli spalti si scatena la bolgia.

I rossoblù non si fidano del vantaggio e continuano a premere e dopo 20 minuti sfiorano il raddoppio con Clemente. Ma la sua conclusione viene deviata in angolo dal portiere ospite.

Il Taranto sembra letteralmente padrone del gioco, ma gli ospiti sono in agguato e così al 26' arriva l'inaspettato pari: punizione in area con palla per Esposito che di potenza supera Marani.

Una autentica mazzata per i rossoblù che, complici le notizie che arrivavano da Matera, sono andati letteralmente in confusione: errori a centrocampo, passaggi sbagliati, frenesia eccessiva. 

Per fortuna arriva l'intervallo a mettere le cose a posto. Nel frattempo, infatti, i risultati dagli altri campi diventano definitivi ed il Taranto rientra sul rettangolo verde con la consapevolezza che dipende tutto dalle proprie capacità. La testa della classifica è vicinissima, mentre un pari rimetterebbe tutto in discussione.

Ed ecco che anche Papagni sente che è giunto il momento della verità: Molinari si alza dalla panchina accompagnato dal boato dello Iacovone.

Il Taranto pressa, ma spreca tantissimo sotto porta. Gli annullano anche un gol, ma non si abbatte. Entra Molinari: è il 13' della ripresa. Passano solo altri 13 minuti e Molinari manda in visibilio il suo pubblico: una palla vagante in area finisce sui piedi di Molinari che non ci pensa su e trafigge il portiere avversario. E' il 2-1 che regala il primato al Taranto.

Ma l'avanti tarantino non è pago: al 37' ecco il gol che mette in ghiaccio il risultato. Il portiere ospite Munao non riesce a trattenere sulla conclusione di testa di Balistreri su calcio di punizione di Minogna. La palla finisce sui piedi di Molinari che mette a segno la doppietta che stende definitivamente il Gladiator.

Passano solo 60 secondi ed il direttore di gara decide di mandare sotto la doccia due giocatori, uno per parte: Grieco del Taranto (che era entrato solo 10 minuti prima) e Ferrara del Gladiator.

Ma, ormai, la partita è in discesa ed al 95' il fischio finale fa esplodere il tifo tarantino che con ogni probabilità non si aspettava l'aggancio in vetta proprio oggi. E tra due settimane (dopo il match con il Gelbison) scontro al vertice con il Matera.

Ci sarà da divertirsi. 

Ecco il riepilogo delle gare delle squadre nella parte alta della classifica:

Matera-Francavilla in Sinni: 0-3
Taranto-Gladiator: 3-1
Marcianise-Puteolana: 1-0
Monopoli-Gelbison: 1-0
Manfredonia-Turris: 2-3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche