12 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 06:11:00

Cronaca

Ha evaso il fisco per 700 mila euro. Denunciato dalla Finanza

Le Fiamme Gialle hanno accertato che il mancato versamento da parte del titolare di una impresa di cantieristica navale


Scoperto un evasore totale che opera nel settore della cantieristica navale. Accertata evasione ai danni dell’erario per 700mila euro.

Militari della Tenenza di Manduria hanno eseguito una verifica fiscale nei confronti di un’impresa con sede nella cittadina messapica, attiva nelle lavorazioni per “conto terzi”, riscontrando gravi violazioni tributarie.

Il controllo ha portato alla luce il completo occultamento dei rilevanti proventi dell’attività imprenditoriale, perpetrato attraverso l’omissione della presentazione della dichiarazione dei redditi e dei versamenti periodici delle imposte.

L’attività ispettiva è stata mirata alla ricostruzione dell’intero volume d’affari della società, che nel periodo sottoposto a controllo ha acquisito ed eseguito numerose commesse, in appalto, da un’importante azienda di livello nazionale operante nella cantieristica navale.

In particolare, i dipendenti dell’impresa manduriana venivano dislocati presso cantieri navali situati a Genova e Palermo dove eseguivano lavorazioni di carpenteria e di saldatura sugli scafi delle imbarcazioni in costruzione.

E’ stata accertata la sottrazione a tassazione di ricavi per circa 700 mila euro. Il responsabile dell’impresa ispezionata è stato denunziato all’autorità giudiziaria per i reati di cui agli articoli 5 e 10 del D.Lgs. 74/2000, riferiti rispettivamente all’omessa presentazione della dichiarazione dei redditi ed all’occultamento o distruzione delle scritture contabili.

Nei giorni scorsi, sempre la Guardia di Finanza, ha messo ha accertato una maxi evasione fiscale. I militari hanno concluso una verifica nei confronti di un’impresa che opera nel settore dell’edilizia e che ha sede a San Giorgio Jonico, completamente sconosciuta al fisco e che ha consentito di recuperare a tassazione rilevanti redditi che erano stati occultati.

L’attività investigativa delle Fiamme Gialle ha permesso di accertare che l’impresa, “evasore totale” per gli anni compresi tra il 2008 ed il 2012, ha omesso di presentare le prescritte dichiarazioni tributarie, sottraendo ai fini delle imposte dirette e dell’irap circa 2,9 milioni di euro e non versando l’iva per circa 65mila euro e ritenute previdenziali ed assistenziali per 11 mila euro. Due persone sono state segnalate all’autorità giudiziaria per il reato di omessa dichiarazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche