20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 09:30:53

Cronaca

Con la pistola in pugno rapina supermercato


TARANTO – Supermercati ancora nel mirino dei rapinatori. L’ultimo colpo ieri sera, dopo le 20, all’interno dell’esercizio commerciale “Europa Europa”, situato nel rione Solito e precisamente in via Viscardi. Un bandito solitario, che aveva il volto coperto da passamontagna ed era armato di pistola, ha fatto irruzione nel supermercato e sotto la minaccia dell’arma si è fatto consegnare da un dipendente l’incasso ammontante a 300 euro. Dopo aver arraffato il bottino il bandito è stato visto fuggire, a piedi, verso via Generale Messina. Non è certo se ad attenderlo ci fosse un complice alla guida di un macchina o di una moto.

Il cassiere ha dato subito l’allarme e sul posto sono intervenuti i poliziotti della Squadra Volante i quali hanno ascoltato i testimoni per raccogliere elementi utili alle indagini. Non è escluso che a colpire sia stato lo stesso malvivente che lunedì sera ha assaltato il supermercato “Europa Europa” del quartiere Tramontone. Stesso modus operandi, quasi lo stesso orario, volto coperto da passamontagna e pistola in pugno. Il malfattore dopo aver fatto irruzione nell’esercizio commerciale ha minacciato i dipendenti e si è fatto consegnare i soldi che erano in cassa. Poi si è eclissato nelle vie del quartiere periferico. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Taranto i quali hanno avviato le indagini per risalire all’autore del colpo. Due giorni prima nel mirino di un bandito solitario era finito un altro supermercato che è situato in via Aristosseno. Poco prima dell’orario di chiusura il rapinatore, che anche in quella circostanza ha agito a volto coperto, ha fatto irruzione nell’esercizio commerciale e sotto la minaccia di una pistola si è fatto consegnare il denaro che era custodito in cassa. Un film già visto con il malvivente che, sotto gli occhi terrorizzati di cassieri e clienti, mette i soldi in tasca e si dilegua nelle vie adiacenti. Tre copi in meno di una settimana e sempre ai danni di supermercati. Polizia e carabinieri stanno dando la caccia a quello che sembra essere un rapinatore seriale. Colpisce quasi sempre nel fine settimana sperando che le casse siano più piene e presumibilmente utilizza una pistola giocattolo. Gli investigatori stanno tentando di incastrarlo anche con l’aiuto delle riprese filmate dei sistemi di videosorveglianza installati nelle zone in cui sono stati messi a segno i colpi. Nel solo mese di gennaio sono già sei le rapine portate a termine nel capoluogo jonico. La maggior parte in supermercati. In una circostanza è finito nel mirino anche un distributore di carburanti. In provincia gli episodi sono una decina. Non solo rapine in esercizi commerciali (soprattutto a Martina Franca) ma anche ai danni di automobilisti e di passanti. L’ultimo, giovedì sera, a Ginosa, ai danni di un automobilista. I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Castellaneta nel giro di poco, però, sono riusciti ad arrestare l’autore, un romeno di 46 anni. Il malfattore dopo aver minacciato e malmenato un automobilista della provincia di Matera, gli aveva portato l’autovettura Ford Fusion. Le immediate ricerche avviate dai militari dell’Arma avevano consentito di intercettare e bloccare il malvivente che era al volante della macchina appena sottratta alla vittima. E a Taranto per contrastare rapine e scippi ora ci sono anche i poliziotti del Commissariato Borgo che è stato inaugurato nei giorni scorsi. Un importante presidio per la sicurezza nel cuore della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche