12 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 06:11:00

Cronaca

Accoltella due fratelli durante una rissa, preso

Sorvegliato speciale fermato dai carabinieri per tentato omicidio. La zuffa è scoppiata la notte scorsa in pieno centro per motivi futili


MASSAFRA – Litigano in strada, spunta un coltello e due fratelli rimangono feriti. Uno è in gravi condizioni.

Duplice tentativo di omicidio, la notte scorsa, a Massafra. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia hanno fermato Stefano Bellanova, trentaquattrenne del posto, già noto alle forze di polizia in quanto sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.

Nella tarda serata di ieri è stata segnalata alla centrale operativa della Compagnia  di Massafra una violenta lite per strada. 

I militati dell’Arma sono piombati sul posto ed hanno soccorso due fratelli residenti a Massafra che avevano ferite di arma da taglio in varie parti del corpo. Le condizioni dei due sono apparse subito molto serie e sono stati imediatamente trasportati all’ospedale.
Uno dei malcapitati è stato giudicato guaribile in un mese per ferite da taglio al torace, mentre suo fratello, che nel furibondo litigio ha avuto la peggio, è in prognosi riservata.

E’ stato, infatti, accoltellato all’addome e alle braccia. I micidiali fendenti gli hanno provocato una emorragia interna.

Le immediate indagini hanno consentito agli investigatori dell’Arma di accertare che il movente del grave episodio sarebbe riconducibile a motivi futili, probabilmente a vecchi contrasti che hanno generato una accesa discussione.

Prima urla e spintoni, poi i tre hanno fatto a pugni e alla fine l’uomo che è stato identificato in Stefano Bellanova avrebbe tirato fuori un coltello e inferto fendenti ai due fratelli.Gli investigatori della Compagnia di Massafra hanno acquisito gravi indizi di colpevolezza nei confronti di Bellanova e lo hanno fermato con le accuse di duplice tentato omicidio e violazione delle prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale.Dopo una sosta in caserma è stato trasferito nella casa circondariale di Taranto su disposizione del magistrato di turno.

Nelle prossime ore il trentaquattrenne massafrese fermato dai carabinieri perchè ritenuto l’autore del duplice  accoltellamento  comparirà dinanzi al gip del tribunale nell’udienza di convalida del provvedimento restrittivo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche