Cronaca

Blitz contro i maghi del tarocco al mercato dei Tamburi

La Polizia Locale ha sequestrato decine di calzature e di capi di abbigliamento con marchi contraffatti. Fuggi-fuggi di abusivi


Lotta alla contraffazione: blitz della polizia locale al mercato dei Tamburi. Agenti in borghese della squadra di polizia commerciale, stamattina, hanno sequestrato decine di calzature, di capi di abbigliamento e di occhiali con marchi taroccati.

Alcuni venditori abusivi, extracomuntari, alla vista della polizia municipale hanno abbandonato la merce e sono fuggiti. Una operazione, che è stata pianificata dopo le lamentele dei commercianti e che è  scattata su disposizione del comandante della polizia locale, colonnello Michele Matichecchia. Ha visto impegnati gli agenti diretti dal capitano Francesco De Cicco e coordinati dal tenente Nicola Perrini.  Il blitz ha avuto il consenso di diversi venditori ambulanti che lavorano al mercato dei Tamburi e che rispettano le regole, pagando le tasse.

Gli agenti di Polizia Municipale hanno seqeustrato scarpe con marchio contraffatto del tipo Nike, Adidas e Dolce e Gabbana e borse con marchio taroccato di Cavalli, Adidas, Guess e Chanel.  “Purtroppo c’è da registrare anche un episodio increscioso che ha visto alcuni cittadini schierarsi in modo plateale dalla parte del commerciante abusivo e contro gli agenti di Polizia Municipale che stavano svolgendo  il proprio lavoro in un clima non certo semplice – viene sottolineato in una nota della Polizia Locale- queste persone dovrebbero capire che la vendita di merce contraffatta e in generale l’attività commerciale illecita creano grave danno alle imprese e a tutti quei commercianti che, seppur tra le tante difficoltà economiche di questo periodo, operano nel pieno rispetto delle leggi. Infine, tali comportamenti irregolari incentivano sicuramente l’assunzione di personale in nero, chiaramente sfruttato, con tutte le conseguenze che, a partire dall’evasione fiscale, ne scaturiscono. L’attività di controllo continuerà anche nelle prossime domeniche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche