Cronaca

In via Capecelatro, a spasso con la pistola: preso

Aveva una calibro 38 nella cintola e quando ha visto i poliziotti della sezione “Falchi” si è nascosto nell’androne di un palazzo


Se ne andava in giro con una pistola nella cintola.

Luciano Palumbo, trentasettenne già noto alle forze dell’ordine, nel tardo pomeriggio di ieri è finito nella trappola tesa dai poliziotti della sezione “Falchi” della Squadra Mobile.

Gli agenti in borghese impegnati in mirati servizi anticrimine nelle vie del centro lo hanno notato in via Capecelatro e hanno deciso di sottoporlo ad un controllo. Palumbo appena ha visto i poliziotti si è infilato nell’androne di un palazzo ma è stato seguito e bloccato.

E’ stato subito perquisito e trovato in possesso di una pistola a tamburo  calibro 38 pronta all’uso. Condotto negli uffici della questura di via Palatucci è stato dichiarato in arresto per porto abusivo di arma da fuoco. La pistola da immediate indagini è emerso che era stata rubata ad aprile dello scorso anno a Talsano e per la quale il proprietario aveva sporto regolare denuncia.

Sarà sottoposta a perizia balistica per accertare se sia stata utilizzata in episodi criminosi avvenuti negli ultimi mesi in città. Gli agenti della Mobile, diretti dal dottor Roberto Giuseppe Pititto, vanno a caccia di armi dopo che nelle ultime settimane si sono registrati episodi legati proprio all’uso di pistole.

Troppe armi in giro e le forze dell’ordine stanno intensificando i controlli per scovarle. Infatti nei giorni scorsi spari e fiamme di notte ai Tamburi.

Era accaduto in via De Vincentis dove una persona aveva  esploso un colpo di pistola in aria durante una lite. Alcuni sospettati erano stati condotti in questura e sottoposti alla prova dello stub.

L’allarme era stato lanciato con telefonate fatte alla centrale operativa della Questura. Oltre agli agenti della Squadra Volante erano intervenuti sul posto gli specialisti della Scientifica.

Il vetro di un’autovettura era rotto e a pochi metri di distanza i poliziotti avevano rinvenuto un bossolo di pistola calibro 9. A dare l’allarme era stato un passante che aveva udito uno sparo e aveva notato, in fiamme, un’autovettura, risultata poi di proprietà di una donna, che è moglie di un quarantenne del luogo che è già noto alle forze dell’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche