24 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Gennaio 2021 alle 14:34:27

Cronaca

Sequestrata merce pericolosa nei negozi cinesi

Cinque commercianti denunciati. Sigilli a quasi 13mila articoli tra congegni elettrici, puntatori laser, batterie e occhiali da vista


Blitz  della Guardia di Finanza nei negozi cinesi: sequestrati migliaia di congegni elettrici ed elettronici, di puntatori laser, di batterie e addirittura di occhiali d vista ritenuti pericolosi.

Le fiamme gialle tarantine hanno eseguito una serie di controlli tra Taranto e provincia in esercizi commerciali in cui si vendono articoli sospettati di non essere conformi alla normativa sulla sicurezza e quindi altamente pericolosi per il consumatore.

Nel corso dell’operazione condotta dai “baschi verdi” del Gruppo di Taranto, diretti dal tenente colonnello Domenico Mallia sono stati sequestrati 12.700 articoli  privi dei requisiti imposti dalla normativa comunitaria sulla sicurezza prodotti, nonché accessori per telefonia (pellicole touch-screen e cover) muniti di marchio taroccato.

Per i titolari di cinque esercizi commerciali, tre dei quali situati nel  centro del capoluogo jonico e due a Palagiano è scattata la segnalazione  all’autorità giudiziaria per contraffazione, alterazione o uso di segni distintivi di opere dell’ingegno o di prodotti industriali,  introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e  ricettazione.

In altri tre esercizi commerciali di Taranto sono stati sequestrati ai fini amministrativi migliaia di articoli che non riportavano le indicazioni in lingua italiana ovvero erano mancanti delle indicazioni relative alla ragione sociale, al marchio e alla sede legale del produttore / importatore, in violazione al decreto legislativo 206/2005 (Codice del consumo).

“L’attenzione che la Guardia di Finanza rivolge a questo particolare settore è dettata, oltre che dalla verifica del corretto assolvimento degli obblighi fiscali-tributari- sottolinea il comando provinciale delle fiamme gialle –  anche dall’esigenza di assicurare sul mercato una corretta concorrenza che tenga conto della qualità e soprattutto della sicurezza dei prodotti a tutela dei consumatori finali”.
I controlli nello specifico settore continueranno anche nei prossimi giorni sia in città che in provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche