05 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Agosto 2021 alle 06:19:06

Cronaca

Blitz da Pelillo. C’era anche l’Udc. Il 26 le primarie


TARANTO – Un incontro, che doveva restare top secret, svela le manovre che si celano dietro la richiesta d’indizione delle primarie per il 26 febbraio. Il blitz è scattato nella prima serata di ieri. In via Acclavio, nello studio di Michele Pelillo, gremito di consiglieri, presidenti di Circoscrizione e di rappresentanti del Comitato per le Primarie, si è consumata quella che risulta essere un’autentica svolta.

Oltre all’assessore regionale al Bilancio, c’erano i consiglieri comunali Massimiliano Stellato (Udc), Filomena Vitale (Idv), Antonietta Mignogna (Mjl), Lucio Lonoce (indipendente), Enzo Di Gregorio (Pd), Mario Laruccia (I Riformisti), i leader del Comitato per le primarie ed i presidenti di Circoscrizione Tommy Lucarella (Talsano); Gianni Azzaro (Montegranaro – Salinella) ed Egidio Di Todaro (Tamburi). Una pattuglia, che raccoglie ogni schieramento del centrosinistra e dei moderati, alla quale si sarebbero aggiunti i “via libera” di Ciccio Voccoli (Sinistra per l’Alternativa) e Massimiliano Di Cuia (Agorà), comunque assenti all’incontro di ieri. Il perdurare dell’impasse nel tavolo del centrosinistra (convocato inizialmente per giovedì, poi spostato a domani e forse posticipato addirittura a lunedì) ha spinto Pelillo, che assieme a Capriulo e Laruccia ha messo da tempo sul piatto la propria disponibilità a fare le primarie, a fare una repentina sterzata. Ieri sera, i convenuti, hanno concordato non solo sull’opportunità di fare le primarie per la ricerca del candidato sindaco del centrosinistra ma anche sulla data: il 26 febbraio. Ad ogni modo la ratifica avverrà domani, proprio nel corso di una riunione del Comitato per le primarie. Pelillo dunque, dopo aver constatato le difficoltà nel far scendere a più miti consigli Sel ed Sds e, non da ultimo, l’inerzia del Partito democratico, ha deciso di dare una accelerata al percorso che porta alle primarie ma da un altro ingresso.

Fabio Mancini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche