Cronaca

Denunciati dai carabinieri ‘Bonnie e Clyde’ alla tarantina

Lui ruba un gioiello, lei lo vende al compro oro. E finiscono nei guai


Lui, 23 anni, aveva rubato un bracciale in casa di un vicino. Lei, 39 anni, lo aveva venduto ad un compro oro. La coppia (P.V. e B.A.) – quasi una versione sammarzanese dei più famosi Bonnie e Clyde – è stata denunciata dai carabinieri impegnati in servizi mirati sul versante orientale della provincia.

Le accuse sono, rispettivamente, furto e ricettazione. Il bilancio complessivo parla di un arresto e sei denunce a piede libero: è l’esito del servizio coordinato a largo raggio svolto dai carabinieri della Compagnia di Manduria. Il nucleo operativo e radiomobile e le stazioni dipendenti, hanno eseguito mirati servizi di prevenzione e repressione dei reati in genere. Nello specifico, i carabinieri hanno tratto in arresto in esecuzione di ordini di carcerazione: P.F, nato a Lizzano, 51enne, censurato, per inosservanza alle prescrizioni dell’affidamento in prova al servizio sociale.  L’arrestato è stato condotto presso la casa circondariale di Taranto.

Inoltre sono stati denunciati: C.V. 23enne domiciliato a Manduria, censurato, e V.E. 72enne di Alezio per guida senza patente poiché mai conseguita; M.A. 37enne di Salice Salentino, per guida in stato di ebbrezza alcolica in quanto durante il controllo con l’alcoltest, è stato accertato un tasso alcolemico superiore a quello consentito, gli è stata pertanto ritirata la patente; L.V. 23enne di Sava, per falsità materiale, poiché circolava col contrassegno assicurativo palesemente contraffatto. In due invece sono stati segnalati all’autorità amministrativa quali assuntori di sostanze stupefacenti.

Sono stati sequestrati complessivamente 4 grammi di marijuana e 1 grammo di cocaina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche