Cronaca

Mamma morta dopo il parto, sequestrate le cartelle cliniche

La magistratura ha avviato l'inchiesta per capire come possa essere morta una donna di soli 22 anni


E’ giallo sulla morte della 22enne avvenuta nella tarda mattinata di ieri, sabato 12 aprile, all’ospedale “SS. Annunziata”.

Sara, residente a Statte, nel pomeriggio di venerdì è stata trasferita d’urgenza da una clinica privata tarantina al pronto soccorso del
nosocomio di via Bruno e poi in Rianimazione.

Per lei però non c’è stato nulla da fare, con le sue condizioni – già molto critiche al momento del trasporto in ospedale, visto che era
stata intubata – che sono peggiorate, sino al tragico epilogo di ieri mattina.

Al momento, filtrano pochi particolari in merito a quella che, comunque, è una tragedia che ha provocato sgomento nella piccola comunità stattese. Quello che si sa, è che la ragazza soltanto un mese fa aveva dato alla luce un figlio. La gioia più bella, a
cui è seguito purtroppo questo dramma.

Sul corpo sarà eseguita l’autopsia. Intanto, è già stata aperta una inchiesta da parte della magistratura tarantina che ha disposto il sequestro delle cartelle cliniche. Mentre anche l’ospedale “Ss. Annunziata” provvederà ad una indagine interna, per capire cosa possa essere accaduto di così grave, da costare la vita ad una giovane mamma di soli ventidue anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche