12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 16:52:04

Cronaca

Reagisce all’agguato. Botte al tabaccaio


TARANTO – Ha reagito ai banditi che volevano portargli l’incasso della giornata ma è stato picchiato a sangue. Un tabaccaio è finito in ospedale, con 15 giorni di prognosi, ma è riuscito a difendere i suoi soldi.L’ennesima rapina ai danni di un commerciante è avvenuta ieri sera a Massafra, in una tabaccheria di piazza Garibaldi. Intorno alle 19 due malviventi, che indossavano casco da motociclista, hanno fatto irruzione nell’esercizio commerciale e uno dei due ha puntato la pistola contro il titolare intimandogli di tirare fuori l’incasso.

“Dacci i soldi, subito!” gli ha urlato ma il tabaccaio con coraggio ha reagito. Ne è nata una colluttazione e i banditi, inferociti, hanno colpito più volte il malcapitato. Botte solo per aver osato di difendere il denaro frutto del suo lavoro. I malfattori dopo aver picchiato il commerciante hanno dovuto desistere e fuggire a bordo di una moto che avevano parcheggiato nelle vicinanze. Il tabaccaio ha dato l’allarme e sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118 e i carabinieri della Compagnia di Massafra. Gli investigatori hanno raccolto tutti gli elementi utili per risalire ai due banditi fuggiti a mani vuote. Nella stessa serata i carabinieri hanno istituito posti di blocco nella cittadina e nella periferia, ma dei rapinatori si erano ormai perse le tracce. Intanto il commerciante ha dovuto far ricorso alle cure dei sanitari per i colpi ricevuti durante la colluttazione. Due contro uno e il poveretto ha dovuto soccombere. Ha riportato lesioni che guariranno in un paio di settimane. Nelle 24 ore precedenti un rapinatore in azione anche a Martina Franca. Nel mirino un supermercato. Con il volto coperto da una sciarpa e pistola in pugno aveva minacciato la cassiera e si era impossessato di 1400 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche