25 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2020 alle 16:22:59

Cronaca

Droga e racket nella Città vecchia. Udienza il 9 maggio

Il Gup deciderà sul rinvio a giudizio di venti imputati nel processo “Duomo 2011”


Droga e racket in città vecchia: il prossimo 9 maggio il gup deciderà sul rinvio a giudizio di venti imputati nel processo “Duomo 2011”.

Nel collegio difensivo c’è anche l’avvocato Massimiliano Scavo. Il giudice dell’udienza preliminare del tribunale di Lecce, dott.ssa Antonia Martalò, deciderà anche se accogliere la richiesta di un processo con il rito abbreviato avanzata da altri trenta imputati.

L’operazione “Duomo 2011” fu condotta dalla Guardia di Finanza  di Taranto che notificò  39 ordinanze di custodia cautelare a presunti affiliati al clan Taurino con l’accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Trentaquattro persone finirono in carcere e cinque ai domiciliari.

Grazie alle  indagini, coordinate dal pm della Direzione distrettuale antimafia  di Lecce Alessio Coccioli, fu sgominata una organizzazione che aveva la sua base operativa nel borgo antico. Le indagini furono supportate da intercettazioni telefoniche e ambientali, servizi di appostamento, pedinamento e da riprese filmate. Tra gli imputati anche Ignazio Taurino, elemento di spicco della criminalità tarantina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche