Cronaca

Parto mortale, eseguita l’autopsia di Sara

La giovane mamma è deceduta a un mese dal parto che è avvenuto in una clinica privata cittadina


E’ stata eseguita, stamattina, l’autopsia sul corpo di Sara Sardella la giovane mamma  di Statte deceduta a un mese dal parto.

L’esame autoptico è stato eseguito dai medici legali Alberto Tortorella e Silvio Colonna alla presenza dei periti nominati dalla famiglia della vittima, il prof. Divella dell’Università di Torino, il prof. Schiraldi, infettivologo, e il dottor  De Blasi, chirurgo.  I  familiari della sfortunata ventiduenne sono rappresentati dall’avvocato Marina Venezia. 

Una settimana fa Sara Sardella. era in clinica, alla Bernardini, per l’ennesima medicazione alla ferita da taglio cesareo e 24 ore dopo è morta nella sala di rianimazione dell’ospedale “Ss. Annunziata”.

I medici legali incaricati dal sostituto procuratore, dott.ssa Lucia Isceri ora devono accertare le cause della morte della giovane di Statte che da un mese era divenuta mamma di una bimba.

Il fascicolo d’inchiesta è stato aperto dopo la denuncia ai carabinieri presentata a qualche ora dalla tragedia dal marito di Sara.

Proprio l’esame autoptico  può essere determinante in questa ricerca della verità per garantire giustizia ad una giovane mamma che purtroppo non c’è più.

Nella denuncia inoltrata ai militari dell’Arma il marito della giovane donna ha spiegato cosa sia accaduto dopo la nascita della bambina.

Prima del parto non risultano patologie o particolari problemi di salute per la ragazza che avrebbe dovuto partorire in modo naturale.
Il 4 marzo il ricovero e successivamente è stato deciso il parto cesareo. Jennifer è nata l’8 marzo e dopo tre giorni la mamma, Sara Sardella, è stata dimessa.

Ma, secondo quanto ricostruito nella denuncia presentata sabato scorso alla caserma dei carabinieri di viale Virgilio, la ventiduenne  ha accusato problemi alla ferita. Si è sottoposta alle  medicazioni, sempre alla clinica Bernardini, dove ha dato alla luce la sua prima figlia. L’ultima, di queste medicazioni, è avvenuta venerdì mattina, nella struttura sanitaria privata. 

Poi le cose sono  precipitate. Sabato, alle 13, Sara Sardella, è morta. All’ospedale “Ss. Annunziata” è arrivata già intubata e in condizioni critiche. Nello stesso nosocomio di via Bruno stamattina  è stata eseguita l’autopsia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche