Cronaca

Un falsario cinese ricercato a Taranto è stato arrestato a Roma

I carabinieri lo hanno rintracciato nella rosticceria del figlio


I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno arrestato un cinese di 45 anni in esecuzione di un provvedimento di carcerazione emesso dal Tribunale di Taranto il 28 febbraio scorso.

L'uomo, rintracciato dai militari in via Marco Papio, zona Centocelle a Roma, è accusato di introduzione nello Stato e commercio di prodotti falsi e vendita di prodotti industriali con segni falsi.

Il 45enne è ora impiegato come cuoco nella rosticceria di proprietà del figlio, in zona piazza Vittorio Emanuele II a Roma, è accusato di aver fatto parte di un'organizzazione dedita all'importazione e allo smercio di prodotti con marchi contraffatti, a cui era affiliata anche la sorella, già arrestata nel 2012, scoperta nell'ambito di un'indagine condotta dalla Guardia di Finanza di Taranto. Portato nel carcere di Rebibbia, il «cuoco-falsario» deve scontare una pena di 9 mesi di reclusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche