Cronaca

Pistola alla schiena. Rapinato commerciante


TARANTO – Stava per aprire il suo supermercato “Meta”, a Porta Napoli, quando un bandito gli ha puntato una pistola alla schiena intimandogli di tirare fuori i soldi. Erano quasi le sette e trenta di stamattina quando il commerciante è finito nel mirino di due rapinatori che avevano il volto coperto. Proprio davanti all’esercizio commerciale uno dei due malviventi gli ha puntato l’arma e si è fatto consegnare il denaro che la vittima aveva con sè: 1500 euro. Un colpo messo a segno in pochi minuti, poi la fuga a piedi.

Non è certo se i due malfattori si siano poi allontanati dal quartiere a bordo di una macchina o di una moto. Al commerciante non è rimasto altro che dare l’allarme. Sul posto sono intervenuti i poliziotti della Squadra Volante i quali hanno raccolto le testimonianze utili per identificare i banditi che hanno colpito in pieno giorno. Non è escluso che si tratti di rapinatori che erano a conoscenza dei movimenti della vittima. Gli investigatori della Questura stanno lavorando per accertare se due banditi durante la fuga siano stati ripresi da telecamere di sistemi di videosorveglianza installati nella zona . Una ennesima rapina in città che purtroppo conferma il preoccupante trend del 2011 reso pubblico ieri mattina dal procuratore Franco Sebastio nel corso di una conferenza stampa. Rapine quasi raddoppiate rispetto all’anno precedente. 197 nel 2010 e ben 290 nel 2011. Stamattina colpo a Taranto e ieri nel mirino dei malviventi un supermercato di San Giorgio Jonico e un altro di Massafra. Tre rapine, quindi, in meno di ventiquattro ore. Il primo, dopo le 13, ai danni di un supermercato situato nel centro di San Giorgio. Due banditi, con il volto coperto da passamontagna e armati di pistola e fucile a pompa, hanno fatto irruzione nell’esercizio commerciale e dopo aver minacciato la responsabile del supermercato sino fatti consegnare i soldi che erano in cassa: circa 700 euro. Sul posto i carabinieri della locale stazione e della Compagnia di Martina Franca i quali hanno avviato le indagini e potranno contare sui filmati del sistema di videosorveglianza. In serata incursione di un rapinatore solitario all’interno di un supermercato di Massafra. Intorno alle 20 il malvivente che aveva il volto coperto ha fatto irruzione nell’esercizio commerciale e dopo aver minacciato la cassiera con una pistola si è fatto consegnare 500 euro. Dopo aver messo a segno il colpo è fuggito a bordo di una moto. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Massafra. Continua quindi l’allarme rapine. Nel mirino soprattutto supermercati e tabaccherie. Martedì sera i malfattori avevano portato a termine un colpo d 1800 euro anche in una tabaccheria situata in viale Europa , a Talsano la settima a scorsa, invece, ben nove i colpi tra il capoluogo e i centri della provincia. Raid in un supermercato di via Viscardi in un bar- tabaccheria di Pulsano, in un supermercato di via Aristosseno, in un supermarket di Talsano, in un supermercato di Martina e in una edicola di Statte e, per finire, colpo con sparatoria ad una banca di via Orazio Flacco e in una tabaccheria di Massafra durante il quale il titolare era stato picchiato. E la settimana precedente non certo meno movimentata con rapine in supermercati del quartiere Tramontone e in via Aristosseno. Gli ultimi due colpi potrebbero essere stati compiuti da un rapinatore seriale. Stesso modus operandi, stesso orario, volto coperto da passamontagna e armato di pistola, forse un’arma giocattolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche