Cronaca

Si apre una voragine. Terrore al mercato


TARANTO – Si apre una gigantesca voragine e inghiotte un furgone con a bordo tre ambulanti. Tragedia sfiorata, stamattina intorno alle 6.30, nell’area del mercato rionale dei Tamburi, che è situata tra via Archimede e via Deledda. Terrore poco dopo l’alba per tre venditori ambulanti pulsanesi, due uomini di sessanta e cinquantadue anni e una donna, di trentatrè, che erano arrivati da poco e stavano per scendere dal mezzo e scaricare la merce dal furgone. Solo per puro caso hanno avuto salva la vita. Uno è stato ricoverato all’ospedale San Giuseppe Moscati per un trauma toracico e una lussazione della spalla. Non è in gravi condizioni.

Gli altri due, che hanno riportato contusioni ed escoriazioni e lievi traumi da schiacciamento, sono stati medicati dai soccorritori del 118. I tre ambulanti erano visibilmente scioccati, come del resto alcuni loro colleghi che erano arrivati nel grande piazzale per allestire le bancarelle per la vendita. Momenti di grande paura, poi l’allarme e l’intervento di vigili del fuoco, di tre ambulanze del 118, dei carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Taranto e della Polizia. Nella ennesima fredda mattina di febbraio, i residenti del rione sono stati svegliati dal suono delle sirene dei mezzi di soccorso. La notizia della tragedia sfiorata si è subito diffusa in tutto il quartiere. Gli ambulanti che ogni sabato arrivano tra via Archimede e via Deledda per lavorare e tanti curiosi hanno assistito alle operazioni di soccorso. E’ stato chiesto l’intervento di una speciale autogru di una ditta privata per recuperare il furgone finito nella voragine. Gli effetti disastrosi dei temporali dei giorni scorsi hanno fatto si che il suolo, al passaggio del furgone, non reggesse al peso e sprofondasse, facendo cadere nella enorme buca il mezzo. All’improvviso si è aperta una voragine profonda otto metri e lunga una decina. Incredibile! Aggiacciante! I carabinieri e i vigili del fuoco hanno immediatamente provveduto a tirare fuori i tre ambulanti poi, insieme agli agenti della Questura e della Municipale hanno transennato tutta l’area e tenuto lontano i curiosi in quanto la zona è ritenuta ad alto rischio. L’acqua piovana, si sa, se si infiltra è in grado di produrre danni notevolissimi, che possono provocare vere e proprie tragedie. Questa volta è andata bene, ma si dovrebbe procedere a controlli del suolo più approfonditi. Nei giorni scorsi l’area era stata sommersa dall’acqua piovana che poi era finita nel sottosuolo attraverso le canalette coperte da griglie. Quasi certamente le piogge insistenti hanno influito nel cedimento della pavimentazione. Sotto ci sono delle caverne e si notano altre crepe. Dopo il cedimento strutturale l’intera area del mercato è stata sequestrata interdetta agli altri operatori commerciali. Come detto, un mezzo speciale in queste ore sta provvedendo alla rimozione del veicolo. I primi ad arrivare sul posto sono stati i militari dell’Arma che si sono calati nella voragine per accertarsi delle condizioni delle persone coinvolte nell’incidente. Ad operare il brigadiere Del Sorbo e gli appuntati Agnini, Miola, Zingarelli, Frascella e Garibaldi. Poi sono arrivati i vigili del fuoco con una autoscala e hanno tirato fuori i feriti da mezzo che si era anche semiribaltato. La piazza è stata fatta subito sgomberare e logicamente non si è più tenuto il mercato settimanale. Si è registrato anche l’intervento i tecnici comunali i quali devono accertare le cause del grave incidente.

Giovanni Nicolardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche