28 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 28 Ottobre 2020 alle 19:53:45

Cronaca

Marciapiedi rasoterra. Il caso di via Cugini

L'appello di un nostro lettore: "Il Comune se ne frega"


Ogni giorno, alla nostra redazione, arrivano decine di segnalazione e richieste di intervento, da girare all’amministrazione comunale, per la presenza di buche, crateri e più in generale strade dissestate.

Oggi, però, al nostro indirizzo di posta elettronica (redazione@tarantobuonasera.it) ci ha scritto Marco, che da anni vive nel Borgo umbertino.

E’ stato lui a segnalarci l’anomalia di via Cugini, documentando il tutto con uno scatto fotografico. La strada si interseca con via Falanto e a farne le spese è il marciapiede, praticamente scomparso dalla carreggiata. Addirittura, in alcuni tratti, l’asfalto sopravanza il marciapiede. “Forse dal Comune avranno pensato di lasciare tutto com’è perché in questo modo le auto che parcheggiano a lato della strada non hanno problemi con gomme e ammortizzatori. E chissà – osserva Marco – forse qualche tecnico di Palazzo di Città risponderà a questa mia segnalazione dicendo che il marciapiede di via Cugini, consumato e praticamente inesistente, serve ai disabili che passano in carrozzina, evita agli anziani che frequentano il vicino mercato Fadini di inciampare proprio nel marciapiede”.

In chiusura, l’ironia lascia spazio alla delusione. “Questo pezzo di città è abbandonato a se stesso. Ogni giorno abbiamo a che fare con persone che rovistano tra i cassonetti, lasciando per strada i sacchetti della spazzatura aperti. Ma abbiamo a che fare anche con amministratori che se ne fregano della qualità della vita di noi tarantini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche