18 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Maggio 2021 alle 08:41:07

Cronaca

Nardoni: “Ripescaggio del Taranto, i soldi ci sono”

Il Presidente esce allo scoperto: “Vinciamo i playoff, ci faremo trovare pronti”


“La nostra speciale partita continuerà anche all’esterno del rettangolo di gioco. Questa Società ha sempre lavorato e continuerà nelle prossime settimane per trovare tempi, termini e condizioni economiche per chiedere un sacrosanto ripescaggio in terza serie. Lo merita la città, una splendida tifoseria ed i tanti tarantini fuorisede che aspettano di rivedere da vicino le gloriose maglie rossoblù in un torneo professionistico”.

Non potrebbe essere più chiaro il messaggio di Fabrizio Nardoni. Il presidente del Taranto esce allo scoperto, e spiega che sì, il ripescaggio è un obiettivo. E i soldi ci sono – o ci saranno.

Quella del presidente-assessore è una risposta alla Fondazione Taras, che proprio sulle possibilità di ripescaggio aveva chiesto rassicurazioni. C’è spazio anche ad una sottile polemica, con l’invito alla Fondazione “a sollevare eventuali richieste in appropriati tempi e luoghi come in sede di Consiglio di Amministrazione”, e non tramite comunicati stampa. Ma la sostanza è che il bersaglio Lega Pro non è uscito dal mirino.

“L’obiettivo di questa società è e rimane la Lega Pro. Sono fiducioso nei mezzi tecnici della squadra che ha le potenzialità per poterla conquistare sul campo attraverso i prossimi playoff. La programmazione per l’obiettivo Lega Pro continua: non ci faremo trovare impreparati, non arriveremo secondi un’altra volta. Ci giochiamo i playoff fiduciosi di essere sostenuti da uno Iacovone colmo di passione. Un fondamentale dodicesimo uomo in campo. Come sempre. Iniziando dalla sfida di domenica 11 maggio contro il Marcianise, continuando ad ottemperare gli impegni a sostegno di un calcio pulito. Siamo reduci da un campionato che meritavamo di vincere nella stagione regolare. Per l’impegno profuso da dirigenza, staff tecnico, squadra e per i diversi sacrifici personali ed economici della società. Già dalla scelta di affidare la panchina a mister Papagni eravamo convinti di programmare una stagione da protagonisti ed i numerosi punti e vittorie centrati ci hanno dato ragione”.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche