05 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 05 Agosto 2021 alle 05:58:00

Cronaca

Tragedia sfiorata. Doppio rapporto al magistrato


TARANTO – Chi ha realizzato l’opera, quale è stata la procedura seguita; quali le linee guida del progetto, o dei progetti, che ne hanno preceduto la realizzazione. E, soprattutto, i responsabili: chi ha materialmente effettuato i lavori, chi li ha supervisionati. Sono diverse le domande alle quali la Procura cerca risposte, dopo la tragedia sfiorata della voragine apertasi sabato mattina nella zona del mercato del rione Tamburi. In Procura sono attesi i rapporti stilati dai carabinieri e dai vigili urbani, intervenuti sul posto.

L’area, situata tra via Archimede e via Deledda, è stata posta sotto sequestro. Erano da poco passate le 6.30 del mattino, quando i residenti del rione sono stati svegliati dal suono delle sirene dei mezzi di soccorso; la notizia di quanto accaduto si è immediatamente diffusa in città, anche perchè il mercato dei Tamburi è frequentatissimo. Un furgone è stato divorato dall’asfalto, mentre tre uomini sono rimasti feriti. E’ stato chiesto l’intervento di una speciale autogru di una ditta privata per recuperare il mezzo finito nella voragine. Gli effetti disastrosi dei temporali dei giorni scorsi hanno fatto sì che il suolo, al passaggio del furgone, non reggesse al peso e sprofondasse, facendo cadere nell’enorme buca il mezzo. All’improvviso si è aperta una voragine profonda otto metri e lunga una decina. Nei giorni scorsi l’area era stata sommersa dall’acqua piovana che poi era finita nel sottosuolo attraverso le canalette coperte da griglie. Quasi certamente le piogge insistenti hanno influito nel cedimento della pavi-mentazione. Sotto ci sono delle caverne e si notano altre crepe. Come detto, dopo il cedimento strutturale l’intera area del mercato è stata sequestrata interdetta agli altri operatori commerciali. I primi ad arrivare sul posto sono stati i militari dell’Arma che si sono calati nella voragine per accertarsi delle condizioni delle persone coinvolte nell’incidente. Ad operare il brigadiere Del Sorbo e gli appuntati Agnini, Miola, Zingarelli, Frascella e Garibaldi. Poi sono arrivati i vigili del fuoco con una autoscala e hanno tirato fuori i feriti da mezzo che si era anche semiribaltato. La piazza è stata fatta subito sgomberare e logicamente il mercato è saltato. Di quanto accaduto è stato prontamente avvisato il pubblico ministero di turno, dottor Enrico Bruschi. Ora la Procura intende appurare ogni responsabilità per quanto accaduto. Ampio spazio alla vicenda è stato dato anche dai media nazionali, con le immagini di quanto accaduto che hanno fatto il giro dei telegiornali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche