Cronaca

Taranto-Monopoli: 1-1. Rossoblù accedono alle finali nazionali

Gara estremamente combattuta sino ai supplementari. Passa il Taranto per il miglior piazzamento in campionato


Una sfida infinita. Terminata solo dopo 120 minuti e con il Taranto in trionfo solo per effetto del miglior piazzamento al termine della stagione regolare.

Taranto-Monopoli era una gara da dentro o fuori. Non erano ammessi appelli. Gli jonici hanno avuto la possibilità di giocarsela in casa. Ma gli ospiti non ne hanno risentito troppo. E la gara ha vissuto sempre sul filo dell’equilibrio. Un equilibrio che non si è mai spezzato.

Il Taranto parte bene e pressa gli avversari, che però non si limitano a controllare e tentano qualche sortita in contropiede.
La partita con il trascorrere dei minuti diventa via via più nervosa. L’importanza della posta in palio comincia a farsi sentire nelle gambe dei 22 in campo. I contrasti diventano più ruvidi e ne risente il gioco.

Ma è il Taranto a rompere l’equilibrio al 44’ del primo tempo con Balistrieri che smarcato splendidamente da Mignona si ritrova a tu per tu con il portiere avversario e lo supera.

Un vantaggio che fa letteralmente esplodere di gioia lo Iacovone. Ma è soprattutto un vantaggio doppio dal punto di vista regolamentare. E sì perché a questo punto il Monopoli deve segnare due gol per riuscire a ribaltare il punteggio e puntare al passaggio del turno.

La ripresa, di conseguenza, vede il Taranto più guardingo ed il Monopoli che, non avendo più nulla da perdere ha provato tutte le strade per raggiungere il pari.

La gara non è bella. Gioco molto spezzettato con un arbitro, il signor Massimini di Termoli, che in più di una circostanza sembra non riuscire a tenere in pugno la gara. Tanti i falli a centrocampo. Alcuni ben oltre il giallo.

Ma si va avanti e, con il trascorrere dei minuti, il Taranto comincia ad accarezzare l’idea di riuscire a condurre in porto la vittoria in questo secondo turno di play off promozione.

Ma, quando mancava un solo giro di lancette al ’90 ecco la beffa che zittisce lo Iacovone:  Corvino centra per Laneve che riporta in parità il risultato.

Si va ai supplementari. E lo scontro diventa battaglia. Il Taranto non si difende soltanto e prova a mettere a segno il gol sicurezza. Gli ospiti, invece, tentano il tutto per tutto. Ma, in realtà non accade più nulla per i restanti 30 minuti dei due supplementari.

E così il Taranto accede al terzo turno la fase nazionale dei play off, grazie al miglior piazzamento nel corso del campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche