Cronaca

Code al Cup, la Asl: “Siamo tornati al vecchio regime”

In attesa di perfezionare il sistema informatico. Presto un contenzioso con l'azienda che ha prodotto il software


«Il Management dell’Asl di Taranto, nello scusarsi per il disservizio provocato al Cup in data 3 giugno, nell’avvio del nuovo sistema operativo prenotazioni-disdette, comunica che la non corretta funzionalità operativa ha determinato la necessità di riattivare il vecchio sistema informatico, in attesa di una efficace e definitiva messa a regime del nuovo».

Lo rende noto un comunicato diffuso dalla stessa Asl di Taranto, all'indomani dell'entrata in vigore del nuovo sistema che invece di velocizzare le operazioni ha creato solo code e malumori tra gli assistiti.

«Come già riportato nel precedente comunicato stampa – spiega la Asl -, si erano previsti disagi nell’avvio del nuovo e complesso sistema informatico: sistema operativo, tuttavia, utile e necessario in linea con l’Agenda Digitale della P.A. Le problematiche tecniche connesse al nuovo CUP, erano state per tempo segnalate alla società appaltante da parte dei tecnici dell’ASL e dalle Farmacie convenzionate per il servizio prenotazioni. La stessa società – individuata attraverso gara pubblica europea – aveva assicurato il recepimento delle criticità segnalate e garantito, comunque, il corretto e completo funzionamento del sistema a partire dal giorno 3 giugno. La mattina del 3 giugno, grazie al raddoppio del personale presso le postazioni, la ASL ha potuto fronteggiare la non corretta funzionalità operatività del sistema, prendendo comunque in carico le prestazioni richieste dai cittadini, disponendo il necessario prolungamento di orario agli sportelli. Cosa nota alle associazioni di volontariato. In tal modo, tutte le richieste dei cittadini sono state evase».

«Il disservizio sarà oggetto di contenzioso nei confronti della società appaltante – conclude la Asl – nelle sedi più idonee e appropriate».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche