20 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2021 alle 22:59:00

Cronaca

L’ultimo sorriso alla piccola Francesca. Ai funerali anche il Ministro Galletti. Le foto

I funerali della piccola Scalera deceduta nell'impatto sulla via per Chiatona. Restano gravi le condizioni della sorella 19enne


PALAGIANO – Il giorno dopo è quello del dolore e delle domande: perché? Perché una tragedia come quella che è costatata la vita alla 12enne Francesca Scalera, figlia dell’ex consigliere e assessore provinciale Antonio Scalera dell’Udc.

Nel pomeriggio di ieri Francesca era a bordo della Mini Cooper guidata dalla sorella diciannovenne Maria Antonietta. L’auto per cause ancora da accertare si è scontrata contro una Opel Corsa bianca guidata da un sessantenne. L’impatto violentissimo ed è stato fatale per Francesca.

La sorella, subito trasportata all’ospedale SS. Annunziata, in condizioni gravissime, lotta tra la vita e la morte. Per lei la prognosi è riservata. E’ in coma nel reparto di Rianimazione.

Grave anche il sessantenne, subito sottoposto ad un intervento chirurgico. Anche per lui la prognosi al momento resta riservata. Una tragedia consumatasi sulla via del mare. Ovvero sulla strada provinciale che collega Palagiano a Chiatona.

Un tranquillo pomeriggio di inizio estate trasformatosi in un dramma non solo per la famiglia di Antonio Scalera che oltre a piangere per Francesca spera per Maria Antonietta.

Diverse centinaia di persone hanno partecipato ai funerali. Erano presenti anche il ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti, il segretario nazionale dell'Udc Lorenzo Cesa, il presidente dell'Udc Gianpiero D'Alia e il presidente della Commissione Esteri del Senato Pier Ferdinando Casini, e molti altri esponenti politici.

L'ingresso della bara bianca nella chiesa di San Nicola, a Palagiano, è stato accompagnato da un lungo applauso. In prima fila c'erano il papà Antonio, la mamma Katia, la sorella Daniela, gli altri familiari e i compagni di classe della scuola media Papa Giovanni XXIII.

In classe i suoi compagni questa mattina erano increduli. Non potevano accettare che Francesca non ci sia più. A scuola la notizia è arrivata come una doccia fredda. Le attività didattiche sono state sconvolte da questa ennesima tragedia accaduta ancora una volta a Palagiano.

E’ ancora vivo, infatti, il ricordo del piccolo Domenico. Una tragedia diversa, ma che comunque ha sconvolto la comunità ionica. Francesca: un’altra giovane vita spezzata dalla strada. E la provinciale tra Chiatona e Massafra ne torna scenario. Non è la prima volta che su quella strada si consuma la tragedia.

Vito Miccolis, capogruppo del Pd in consiglio comunale a Massafra, anche lui assessore provinciale come Scalera, chiede interventi.

“E’ una strada della morte – dice – che continua a mietere vittime. Ogni estate assistiamo a queste tragedie che vedono vittima sempre i giovani. Bisogna intervenire perché quella strada è altamente pericolosa. E’ molto frequentata nel periodo estivo. Ci sono molte curve e due intersezioni pericolose. Nessun rondò. Basta incidenti. Basta morti”. 

Intanto numerose le manifestazioni di cordoglio nei confronti della famiglia Scalera. Su facebook è pioggia di messaggi.

Da Taranto la presidente del circolo Nuovo Centro Destra “Liberi e Forti”, Giuseppina Castellaneta si dice addolorata per la notizia della tragica disgrazia che ha colpito la famiglia Scalera. Come circolo “intendiamo esprimere all’amico Antonio e a tutta la famiglia, la più sincera, commossa, partecipazione al loro incolmabile dolore”.

Anche Daniela Fumarola, segretario delal Cisl, partecipa, a nome personale, del sindacato e delle Federazioni di categoria al cordoglio della famiglia di Scalera “con il quale – ricorda – abbiamo intrattenuto rapporti istituzionali e di stima reciproca. E’ sempre difficile accettare tragedie come questa, perché né la razionalità né  il richiamo ad improbabili fatalità possono attutirne l’impatto”. Anche Fumarola chiede più sicurezza sulle strade e prudenza alla guida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche