16 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 16:59:00

Cronaca

Arrestato dopo l’inseguimento


TARANTO – Lo hanno fermato, dopo averlo pizzicato alla guida della macchina che aveva rubato poco prima. L’arresto a tempo di record è stato messo a segno dai carabinieri ieri sera nel quartiere Paolo VI. I militari hanno intercettato il topo d’auto poco dopo le 18.30. I carabinieri delle stazioni Taranto nord e Taranto principale erano impegnati in un controllo straordinario del territorio. Nelle vicinanze con lo svincolo per Buffoluto, hanno notato una macchina sospetta, una Fiat 500.

Per effettuare i dovuti controlli hanno intimato di fermarsi al guidatore. Ma l’uomo, invece di rispettare l’alt dei carabinieri, ha proceduto per la sua strada, continuando a guidare verso Paolo VI. E’ partito così l’inseguimento, che é terminato poco dopo nel quartiere Paolo VI, direzione del ladro. Dopo averlo fermato i militari hanno finalmente potuto controllare la vettura. I carabinieri si sono subito resi conto che i loro sospetti erano fondati. L’uomo infatti era alla guida di una macchina rubata. Grazie alla denuncia fatta poco prima dalla proprietaria dell’auto, la Fiat 500 é risultata essere la stessa che era appena stata rubata in via Magnaghi. L’uomo responsabile del furto é Giuseppe Nazzarro, un quarantenne già noto alle forze dell’ordine. Colto in flagranza di reato, é stato subito arrestato. Il pm ha disposto di sottoporlo agli arresti domiciliari. Per la proprietaria della 500, che aveva poco prima denunciato il furto della sua automobile, la vicenda ha invece avuto un lieto fine. Grazie all’intervento tempestivo dei carabinieri la macchina le è stata subito restituita. Le forze dell’ordine in questo periodo sono impegnate nei controlli per contrastare il fenomeno dilagante dei furti d’auto, tornato prepotentemente in auge.

A.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche