Ginosa, Manduria, Maruggio e Castellaneta a gonfie Vele | Tarantobuonasera

09 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Dicembre 2021 alle 22:53:00

Cronaca

Ginosa, Manduria, Maruggio e Castellaneta a gonfie Vele

Le città tarantine premiate con l'inserimento nella Guida Blu 2014 di Legambiente e dal Touring Club Italiano


Ci sono anche Ginosa, Manduria, Maruggio e Castellaneta tra le 41 città rivierasche inserite nella Guida Blu 2014 curata come sempre da Legambiente e dal Touring Club Italiano.

Totalmente rinnovata nella grafica e nei contenuti la Guida Blu punta a raccontare al meglio le località costiere italiane che hanno saputo coniugare, con successo, turismo e sostenibilità.

La grande novità di questa XIV edizione è l’accorpamento delle località e dei comuni costieri in 35 comprensori turistici, ovvero in aree geografiche che tengono conto di un’offerta turistica omogenea e meno dei confini amministrativi. Ogni comprensorio si apre con un’intervista ad un personaggio del mondo associativo, della cultura o dello spettacolo che vive o conosce quel territorio e che prende per mano il lettore per condividere i propri segreti. Altra novità importante: per ogni zona balneare si segnala un circuito di visita nell'entroterra, alla scoperta di località come le Bandiere arancioni, il marchio di qualità del Touring che seleziona e certifica le località d’eccellenza dell’entroterra con meno di 15.000 abitanti.

Come sempre sfogliando la Guida il lettore troverà le località balneari marine e lacustri premiate con le cinque vele, il prestigioso riconoscimento che Legambiente assegna a quelle località che sono riuscite ad offrire vacanze da sogno e di qualità, grazie alla gestione sostenibile di un territorio d’eccellenza, alla salvaguardia del paesaggio, ai servizi offerti nel pieno rispetto dell’ambiente e all’enogastronomia di alto livello. Quest’anno sono 14 le località marine e 7 quelle lacustri dove sventolano le 5 vele.

I dati pugliesi de la Guida “Il mare più bello” sono stati presentati in conferenza stampa, ieri mattina a Bari, da Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia alla presenza di Angela Barbanente, Vice Presidente della Regione Puglia, Marco Potì, Sindaco di Melendugno, Luciano Cariddi, Sindaco di Otranto e Gianfranco Coppola, Sindaco di Ostuni quali rappresentanti dei Comuni premiati con le 5 vele.

La Puglia entra nella classifica delle località in cui sventolano le 5 vele con i Comuni di Ostuni, Otranto e Melendugno.

Sono 483 i centri balneari indicati dal Touring Club. Legambiente ne ha selezionati 292 sulla base dei dati raccolti sulle caratteristiche ambientali e sulla qualità dell’ospitalità. Il giudizio attribuito a ciascuna località, dalle 5 vele assegnate alle migliori fino a 1 vela, è frutto di valutazioni approfondite. I parametri (21 indicatori) sono suddivisi in due principali categorie: qualità ambientali e qualità dei servizi ricettivi. Lo stato di conservazione del territorio e del paesaggio, la qualità dell’accoglienza, la pulizia del mare e delle spiagge, la presenza di servizi per disabili, le iniziative nel campo della gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti, della mobilità, del risparmio idrico ed energetico e la presenza di parchi e aree marine protette, costituiscono per Legambiente chiari indicatori di merito.

In Puglia premiate Melendugno (LE), Ostuni (BR) e Otranto (LE) con 5 vele,

Castro (LE), Chieuti (FG), Diso (LE), Fasano (BR), Nardò (LE), Polignano a Mare (BA) con 4 vele,

Andrano (LE), Carovigno (BR), Gallipoli (LE), Ginosa (TA), Giovinazzo (BA), Ischitella (FG), Lesina (FG), Manduria (TA), Maruggio (TA), Mattinata (FG), Monopoli (BA), Monte Sant’Angelo (FG), Patù (LE), Porto Cesareo (LE), Salve (LE), San Nicandro Garganico (FG), Tricase (LE) e Ugento (LE) con tre vele,

Castrignano del Capo (LE), Gagliano del Capo (LE),  Isole Tremiti (FG), Margherita di Savoia (BT), Peschici (FG), Rodi  Garganico (FG), Santa Cesarea Terme (LE), Trani (BT), Vico del Gargano (FG), Vieste (FG) con due vele

e Castellaneta (TA) con una vela.

Due vele sul Lago di Varano a Cagnano Varano (FG) e Ischitella (FG) e una a Lesina sull’omonimo lago.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche