Cronaca

Marcegaglia chiude a due passi dall’Ilva

Per 130 la ‘cassa’ finisce a novembre. Sos al Prefetto


C’è l’ansia per un futuro che appare nebuloso. C’è la disperazione di chi non sa come mandare avanti la famiglia: la grande incognita è cosa accadrà a novembre, alla scadenza della cassa integrazione. Quello che invece sembra non esserci è il sostegno delle istituzioni.

E’ l’istantanea che si ricava dalla nuova iniziativa di mobilitazione che ha visto protagonisti i lavoratori dello stabilimento tarantino di Marcegaglia. Stamattina l’assemblea tenuta sotto la sede della prefettura di via Anfiteatro per mantenere alta l’attenzione sulla vertenza.

Lo spiega Piero Berrettini, della Fim Cisl. “Abbiamo fatto il sit-in per tenere alta l’attenzione sulla vertenza: 130 lavoratori sono in procinto di perdere il posto  di lavoro: a fine novembre scade la cassa integrazione e si trovano in mezzo alla strada”. Quindi il presidio “per sollecitare il prefetto affinché si acceleri la convocazione al Mise (Ministero per lo sviluppo economico) per l’incontro che si dovrà tenere entro fine mese”. E’ stato il viceprefetto a dare rassicurazioni sull’interessamento alla vertenza: da palazzo del Governo è partito un fonogramma.

Lo stesso non si può dire per politici e istituzioni: “Oggi – continua Berrettini – non si è visto nessun politico e nessuna istituzione, nonostante la nostra lettera di invito”. “I lavoratori sono preoccupati, la tensione è alta”. Non sfugge quella che, pur in attesa di una ufficializzazione, viene vissuta come una contraddizione in termini: “Marcegaglia, che sarebbe interessata all’Ilva, chiude a due passi”, riassume Berrettini. “Se è vero quanto si legge negli ultimi tempi, chiediamo che la posizione della proprietà, mai emersa negli incontri, venga ufficializzata; se davvero Marcegaglia è interessata all’Ilva, allora si porti anche i lavoratori del fotovoltaico che rischiano di rimanere a casa”.

Sulla vertenza “Marcegaglia Buildtech” si registra l’intervento dell’on Donatella Duranti che ha espresso “vicinanza e solidarietà ai lavoratori”.

La Duranti fa sapere inoltre di aver depositato una interrogazione al Ministro dello Sviluppo Economico ed al Ministro del Lavoro “per unirmi alla richiesta di riconvocazione immediata di un tavolo interministeriale, che veda coinvolte tutte le parti, al fine di verificare lo stato delle operazioni di riqualificazione messe in campo dalla società Praxi ed al fine di scongiurare il pericolo della scadenza dei termini della Cassa Integrazione Straordinaria senza chi vi siano altre soluzioni praticabili. Ho sollecitato, inoltre, i Ministri competenti a  richiamare la Marcegaglia Buildtech, in particolare nella persona di Emma Marcegaglia, all’assunzione delle proprie precise responsabilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche