Gambizzato al Paolo VI, lite per una donna | Tarantobuonasera

09 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Dicembre 2021 alle 08:45:00

Cronaca

Gambizzato al Paolo VI, lite per una donna

Durante una colluttazione è rimasto ferito proprio il giovane che impugnava la pistola. In due sono stati denunciati dalla polizia


Hanno litigato per una donna. Uno impugnava una pistola, l’altro brandiva una mazza da golf.

Durante una colluttazione è partito un colpo ed è rimasto ferito proprio il giovane, un trentaseienne tarantino, che impugnava  una calibro 6.35. E’ stato colpito ad un piede. L’altro, un quarantaduenne grottagliese, quando ha visto che il rivale era rimasto ferito si è allontanato alla svelta dal luogo in cui è scoppiata la furibonda lite.

E così il 36enne che era alla guida di una moto e  stava percorrendo la statale 172, alla periferia Paolo VI ha chiesto aiuto ad alcuni familiari e si è fatto accompagnare in ospedale dove i sanitari gli hanno medicato una ferita guaribile in un paio di settimane.  

In un primo momento si ipotizzava una gambizzazione da parte di uno sconosciuto ma poi col  passare delle ore gli investigatori  della Squadra Mobile, diretti dal dottor Roberto Giuseppe Pititto, hanno fatto luce sull’episodio avvenuto sabato pomeriggio nei pressi di Paolo  VI. Innanzitutto i poliziotti hanno accertato che è scoppiato un violento litigio tra il 36enne tarantino e il 42enne grottagliese, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

Poi hanno scoperto che lo scontro fisico è avvenuto per motivi passionali. Gli agenti in borghese della Squadra Mobile dopo aver denunciato il ferito per detenzione e porto illegale di arma da fuoco stanno dando la caccia alla pistola. Il rivale deve, invece, rispondere di porto abusivo di arma impropria. 

Nel luogo in cui è scoppiata la zuffa i poliziotti  hanno rinvenuto un bossolo calibro 6.35. Nessun fatto di mala, quindi, ma solo uno scontro tra due persone innamorate della stessa donna. Ciò che preoccupa maggiormente, però, è il fatto che uno dei due fosse armato di pistola.

Troppe armi in giro e la conferma viene dalle operazioni messe a segno dalle forze dell’ordine che negli ultimi mesi hanno sequestrato numerose pistole  che erano detenute anche da persone incensurate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche