17 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 19:50:29

Cronaca

Cittadinanza onoraria all’Arma dei carabinieri

Venerdì prossimo in via Garibaldi sarà inaugurato un monumento celebrativo realizzato dallo scultore Orazio Del Monaco


Il Consiglio comunale di Taranto ha deliberato all'unanimità il conferimento della cittadinanza onoraria all'Arma dei carabinieri, che avverrà venerdì prossimo, alle 18.30, nel corso di una cerimonia nella città vecchia. Per l'occasione sarà anche inaugurato in via Garibaldi un monumento celebrativo, realizzato dallo scultore Orazio Del Monaco, del bicentenario della fondazione dell'Arma.

“Queste persone – ha spiegato il sindaco Ezio Stefàno – sono con noi quotidianamente, presenti sul territorio 24 ore su 24. Ed oggi, a distanza di duecento anni, riescono ancora ad essere nel cuore degli italiani, mantenendo invariato il loro particolare fascino”.

Alla cerimonia di venerdì prossimo interverrà il comandante generale dell’Arma dei carabinieri, generale Leonardo Gallitelli. A fare gli onori di casa il comandante provinciale, colonnello Daniele Sirimarco.

Per Taranto un doppio onore: quello di celebrare nel migliore dei modi il bicentenario dell’Arma e di farlo con un tarantino che è ai vertici di questa Istituzione.

Il generale Gallitelli è infatti nato a Taranto il 9 giugno del 1948 e, dopo aver conseguito la laurea, è entrato nell’Arma e ha compiuto una carriera importante.

L'alto ufficiale è stato Comandante delle Compagnie di Viggiano, Aosta e Genova. Ha operato al Nucleo Investigativo di Torino "con rilevanti impegni per il contrasto al terrorismo e ai sequestri di persona". Quindi ha lavorato nello Stato Maggiore  del Comando Generale. Da Ufficiale superiore ha retto il Comando provinciale di Torino, l'Ufficio Operazioni del Comando Generale dell'Arma.

Conseguito il grado di colonnello, ha retto il Comando Provinciale di Roma per cinque anni. È stato poi Capo del II Reparto del Comando Generale, cui sono devoluti il coordinamento e la direzione dell'attività nel contrasto a tutte le manifestazioni delinquenziali che interessano il Paese, anche nei risvolti ultranazionali. Dal 2000 al 2002  è Sottocapo di stato maggiore del Comando Generale e, poi Comandante della Scuola Ufficiali Carabinieri. Dal 7 ottobre 2003 al 4 settembre 2006 ha diretto la Regione Carabinieri Campania.Dal 5 settembre 2006  al 11 giugno 2009  è stato Capo di Stato Maggiore del Comando Generale dell'Arma.

Il ruolo è quello di "principale consulente e collaboratore del Comandante Generale: riceve le direttive per l'attività ed impartisce le conseguenti disposizioni; è responsabile delle attività dello Stato Maggiore, coordina lo svolgimento ed esamina i risultati; traduce le decisioni del Comandante Generale in ordini e piani; rappresenta il Comandante ed emana ordini in suo nome quando autorizzato.
Il 12 giugno 2009 Leonardo Gallitelli è nominato nuovo Comandante generale dell'Arma. dal Consiglio dei ministri prendendo il posto del Generale Gianfrancesco Siazzu, che, per la cronaca, è stato comandante provinciale dei carabinieri a Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche