21 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Ottobre 2021 alle 17:55:00

Cronaca

Far west ai Tamburi, sparatoria senza colpevoli

Assolti due cugini che, secondo l’accusa, avevano dato vita ad una ‘pioggia di fuoco’ nei pressi di una farmacia del quartiere


Quella tremenda sparatoria, il 9 agosto 2012, in via Orsini, c’è stata. Ma non ci sono colpevoli.

E’ questo il verdetto in merito al triplice tentato omicidio che sconvolse una tranquilla sera d’estate al rione Tamburi due anni.

Una vicenda sconcertante anche perchè il fatto avvenne quando nella zona potevano essere presenti bambini e ragazzi. Non ci sono colpevoli, quindi. Perchè i pregiudicati tarantini, Michele Padovano, 39 anni, e suo cugino, Michele Di Taranto, 31, arrestati nell’ottobre del 2012, accusati di aver sparato a tre persone, sono stati assolti.

A difenderli in tribunale gli avvocati Enzo Sapia e Rino Levato.

Nel corso dell’inchiesta vennero acquisite le immagini di una serie di impianti di videosorveglianza di esercizi vicini; sul posto vennero repertati quattro bossoli calibro 7.65, mentre in ospedale, a conclusione delle cure dei feriti, furono sequestrate tre ogive dello stesso calibro. Alla base del delitto un alterco tra uno dei cugini e le vittime. Ma questa ricostruzione degli inquirenti è franata. Prima in sede di Riesame, quando Padovano e Di Taranto vennero scarcerati per mancanza di gravi indizi di colpevolezza, poi in tribunale, con la doppia assoluzione. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche