19 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Gennaio 2021 alle 18:07:39

Cronaca

Bilancio Amat ok, ora si può assumere

Dopo tre esercizi col segno meno, l’azienda chiude il 2013 con un attivo di 16.614 euro. Tra le priorità personale e mezzi


Dopo tre bilanci chiusi col segno meno, il 2013 si chiude in attivo. E l’Amat ora può assumere e rimettere a posto i bus ormai obsoleti. Ad annunciarlo è lo stesso presidente dell’azienda per la mobilità urbana, Walter Poggi.

“L’assemblea dei soci Amat spa, riunitasi mercoledì 25 giugno alla presenza del sindaco Ippazio Stefàno, del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale, ha approvato il bilancio dell’esercizio 2013 che si è chiuso con un attivo di 16.614 euro, dopo le imposte, dovuto alla differenza tra i ricavi, pari a 36.093.881 euro, e i costi di 36.077.267 euro. Il risultato positivo interrompe il trend negativo in atto dall’esercizio 2010”.

Nel dettaglio, ecco estrapolato l’andamento registrato nel 2013 dai ricavi di Amat: trasporto pubblico con autobus 25.769.003 euro; trasporto con motonavi 361.837 euro;  gestione sosta tariffata 3.208.370 euro;  trasporto scolastico 224.184 euro.

“Al risultato positivo – spiega Poggi –  hanno concorso numerosi fattori tra i quali l’accordo sottoscritto il 26 giugno 2013 con le organizzazioni sindacali per l’incremento della produttività chilometrica; il sub affidamento parziale e temporaneo al Ctp dei servizi suburbani di collegamento con Statte e Leporano e il provento finanziario regionale straordinario finalizzato alla rivalutazione monetaria dei “corrispettivi” per i chilometri percorsi sulla base del contratto di servizio”.

“Il buon andamento del 2013 consente ad Amat spa di guardare con ottimismo al periodo 2014-2015 per conseguire alcuni obiettivi.
Innanzitutto l’incremento del personale impiegato, in particolare conducenti ed operai, i cui concorsi sono in fase di svolgimento; poi di allestire un piano di efficientamento del parco bus e del suo rinnovo parziale attraverso l’acquisto di nuovi mezzi reso possibile da un finanziamento regionale cui si affianca l’intervento finanziario dell’azienda. Il relativo bando sarà pubblicato nei prossimi giorni”. Aver invertito il trend negativo, in definitiva, permette ad Amat spa di “concentrare l’impegno aziendale, sia come risorse umane che finanziarie, per l’ulteriore miglioramento dell’obiettivo istituzionale dell’azienda: elevare la qualità e l’efficienza del servizio di trasporto pubblico per la cittadinanza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche