27 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 27 Ottobre 2020 alle 17:42:13

Cronaca

Due lettere di “licenziamento”: fuori Stellato e Viafora

Stamattina i decreti di revoca degli assessori firmati dal Sindaco Stefàno: “Esigenze connesse ai rapporti con i partiti di maggioranza”


“Sulla base di obiettive esigenze connesse ai rapporti con le forze politiche che compongono la maggioranza mi accingo a riconfigurare la composizione dell’attuale Giunta comunale per rilanciare l’attività amministrativa”.

E’ quanto ha scritto il sindaco Ippazio Stefàno nel decreto di revoca inviato questa mattina ai due assessori Massimiliano Stellato (Decentramento) e Lucia Viafora (Servizi Sociali). Il “licenziamento” dei due componenti della Giunta diventa quindi ufficiale, dopo che nei giorni scorsi era stato proprio il primo cittadino, nel corso di una intervista rilasciata a Buonasera Taranto, ad anticipare la revoca delle deleghe.

Ora, in attesa di capire se la revoca di Stefàno avrà ripercussioni sull’assetto della maggioranza (nelle prossime ore Centro Democratico, il partito guidato a livello provinciale proprio da Stellato, potrebbe avviare un confronto interno per decidere se proseguire o meno l’esperienza nella maggioranza), l’attenzione si sposta sulle new entry.

Pochi dubbi in casa Pd. Il sindaco ha concesso ai “democratici” un solo nuovo nome (confermati il vicesindaco Lonoce ed il presidente del Consiglio, Bitetti). Ad entrare nell’Esecutivo stefaniano sarà Vincenzo Di Gregorio.

In serata, o al massimo domani mattina, il sindaco dovrebbe nominare due donne. Si tratta di “tecnici”, in arrivo dal mondo universitario tarantino, che si occuperanno di Urbanistica (l’attuale assessore Francesco Cosa sarà spostato al Patrimonio-Città vecchia) e Pubblica Istruzione, Università e Cultura. Nelle prossime settimane, invece, Stefàno darà la possibilità all’Udc di indicare un proprio assessore.

In totale, quindi, saranno quattro i nuovi assessori. Confermati: Lucio Lonoce (Lavori Pubblici); Gionatan Scasciamacchia (Sport); Francesco Cosa (Patrimonio); Cisberto Zaccheo (Attività Produttive-Spettacoli); Vincenzo Baio (Ambiente).
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche