Cronaca

Rifiuti, raccolta a singhiozzo. Protesta a Lama

Il consigliere Giampaolo Vietri (Fi) segnala problemi con la differenziata: “Cassoni condominiali stracolmi e maleodoranti. Pronti a chiamare l’Asl”


“Numerosi cittadini in questi giorni stanno segnalando una discontinua attività di raccolta dei rifiuti nelle aree periferiche della città ed in particolare nella zona di Lama”.

Giampaolo Vietri, capogruppo Forza Italia al Comune, ha deciso di recarsi personalmente in via Sciabelle a verificare la problematica che interessa un abitato di palazzine dove risiedono centinaia di famiglie.

“Giunto sul posto, ho potuto constatare la veridicità delle segnalazioni ricevute: infatti, i cassoni condominiali della raccolta differenziata si presentano stracolmi ed accerchiati da decine di buste contenenti rifiuti fuori cassonetto, evidenti segni di una raccolta effettuata a singhiozzo in una zona dove la raccolta dell’umido, già per scelte organizzative dell’Amiu, non avviene tutti i giorni della settimana. L’irregolare espletamento del servizio, specie in questo periodo di forte calura estiva, non può dunque che arrecare grave disagio ai cittadini visto l’intenso odore nauseabondo che si sprigiona nelle aree circostanti ai cassonetti dove nel caso specifico, oltre a civili abitazioni, vi sono numerose attività commerciali”.

Come se non bastasse “i bidoni condominiali sono stati posizionati dinnanzi ai portoni d’ingresso degli stabili e così i cattivi odori si propagano direttamente all’interno degli edifici e all’esterno verso i primi piani”. Eppure, spiega Vietri, di proposte ce ne sono anche state, come quella, la più semplice possibile, di spostare di alcuni metri i contenitori per evitare tali inconvenienti. Suggerimenti puntualmente ignorati. “Con l’arrivo del caldo si prospetta una condizione precarie anche sotto l’aspetto igienico sanitario visti inoltre gli scoli che si provocano durante le operazioni di raccolta dinnanzi ai portoni. Un pessimo biglietto da visita per la zona di Lama spesso definita a vocazione turistica  e che ci obbliga a sollecitare l’amministrazione a vigilare sulla regolarità del servizio di raccolta apportando i giusti correttivi per migliorare l’intera attività; diversamente – conclude il capogruppo di FI – a breve, investiremo della questione il competente ufficio di igiene e sanità della Asl”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche